VENERDÌ 15 MAGGIO 2015, 000:20, IN TERRIS

XXII GIORNATA INTERNAZIONALE DELLA FAMIGLIA

HORTENSIA HONORATI
XXII GIORNATA INTERNAZIONALE DELLA FAMIGLIA
XXII GIORNATA INTERNAZIONALE DELLA FAMIGLIA
La Giornata Internazionale della famiglia si celebra ogni anno il 15 maggio. Fu proclamata dall'Assemblea Generale delle Nazioni Uniti nel 1993 con l'intenzione di promuovere la consapevolezza delle problematiche relative al tema, analizzandone i cambiamenti sociali, economici e democratici. "Madri e Famiglie: Sfide in un Mondo che Cambia" è il tema scelto per l'evento del 2015. che si concentra sul ruolo importante delle mamme sia all'interno del nucleo familiare che nelle comunità nel mondo.

La loro figura rappresenta un punto di forza per la coesione e l'integrazione sociale. La relazione madre-bambino è vitale per lo sviluppo sano dei più piccoli. Le madri non solo si prendono cura dei figli ma contribuiscono anche in modo decisivo al loro sostentamento. Eppure le donne continuano ad affrontare grandi, a volte rischiose, sfide durante la maternità.

Il segretario generale delle Nazioni Unite, ha espresso le sue considerazioni sul tema, spiegando che nel XXI secolo la famiglia ha ancora bisogno di essere custodita. "Il parto per esempio - ha scritto Ban Ki moon nel suo messaggio per il 15 maggio - che dovrebbe essere motivo di celebrazione, costituisce un grave rischio per la salute di troppe donne nei paesi in via di sviluppo. Il miglioramento della salute materna è, tra gli otto, l'obiettivo del millennio su cui sono stati fatti minori progressi. Una donna di un paese tra i meno avanzati ha 300 probabilità in più di morire di parto o di complicazioni durante la gravidanza rispetto a una donna proveniente da un paese sviluppato. Occorre dunque rendere la gravidanza e il parto più sicuri mettendo i sistemi sanitari in grado di fornire pianificazione familiare, garantendo la presenza di personale esperto durante il parto e di ostetriche in regime ordinario e in regime di emergenza".

Il segretario dell'Onu ha evidenziato come ancora oggi la violenza contro le donne, molte delle quali sono madri, rimane una delle più dilaganti violazioni dei diritti umani del nostro tempo. Ha conseguenze ampie, poiché mette in pericolo la vita di donne e ragazze, nuoce alle famiglie e alle comunità e danneggia il tessuto stesso delle società. Prevenire e combattere la violenza contro le donne deve essere una priorità per tutti i paesi. La sua riflessione inoltre va a tutte quelle donne a cui è vietato l'accesso all'istruzione, per loro Ban Ki moon invita i Paesi a liberarne il potenziale permettendo l'ingresso nelle scuole. "Affrontiamo sfide molteplici in un mondo che cambia - ha concluso il segretario della Nazioni Unite - ma un fattore rimane costante: l'importanza delle madri e del loro inestimabile contributo nel crescere le future generazioni. Ricompensando i loro sforzi e migliorando le loro condizioni di vita, possiamo assicurare un migliore futuro per tutti".
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
L'incendio al Cameron House Hotel in Scozia
SCOZIA

Fiamme in un hotel di lusso: 2 morti

Le fiamme hanno distrutto una grande porzione della struttura turistica
Incendio in una fabbrica in India
INCIDENTI SUL LAVORO IN INDIA

Mumbai, rogo in una fabbrica di dolci: 12 morti

Il calore sprigionato dal rogo ha causato un rapido cedimento di parte della struttura
Altero Matteoli
POLITICA IN LUTTO

Morto l'ex ministro Matteoli

Fatale un incidente all'altezza di Capalbio. Cordoglio nel mondo delle istituzioni
Pier Carlo Padoan
CASO BANCHE

Padoan: "Mai autorizzati colloqui dei ministri"

Il titolare del Mef: "Sugli istituti di credito la responsabilità è di via XX Settembre"
Il premier austriaco Sebastian Kurz
AUSTRIA

Il governo Kurz giura tra le proteste

L'esecutivo sostenuto dall'ultradestra dell'Fpoe entra in carica. Manifestazioni a Vienna
Luigi Di Maio
ELEZIONI

Di Maio apre alle alleanze

Il candidato premier M5s non esclude coalizioni: "Il 40% o governiamo con chi ci sta"
Marco Orsi e Luca Dotto
NUOTO | EUROPEI

Dotto, Orsi, Sabbioni: a Copenaghen brillano le stelle azzure

L'Italia vince la classifica per nazioni del torneo continentale di vasca corta con 959 punti
Un tunisino durante le proteste del 2011
PRIMAVERE ARABE

La Tunisia celebra la "rivoluzione dei gelsomini"

Sette anni fa scoppiava la rivolta che portò alla caduta di Ben Ali
I due presunti assassini: Raffaele Rullo e Antonietta Biancaniello
OMICIDIO LA ROSA

Il presunto killer: "Non sono stato io"

La madre ha dichiarato di aver fatto tutto da sola
Jacqueline de la Baume Dürrbach, Il cartone del Guernica esposto in Sala Zuccari, Palazzo Giustiniani, Roma
PICASSO

In mostra "Guernica icona di pace"

Alla Sala Zuccari di Palazzo Giustiniani dal 18 dicembre al 5 gennaio 2018