La furia del Libano: “Dopo il cordoglio torneranno le proteste”

Un Paese in ginocchio, devastato da disoccupazione, recessione, svalutazione della valuta e crisi economica. Un'esplosione che ha spazzato via il principale nucleo operativo dell'intero Stato, dove commercio e stoccaggio delle merci copriva finora la quasi totalità dell'economia nazionale. Questa la fotografia del Libano che, a quattro giorni dal disastro di Beirut, scava ancora fra le macerie fumanti del porto,...

Prove di riconciliazione tra Serbia e Croazia

Tra il 4 e 5 agosto del 1995 l’esercito della Croazia lanciò l’offensiva che pose fine alla lunga e sanguinosa guerra nella ex Jugoslavia iniziata nel estate del 1991, quando il mosaico di popoli, etnie e confessioni degli “slavi del sud”, tenuto insieme per 40 anni dal pugno duro del Maresciallo Tito, andò in frantumi a seguito delle rivendicazioni...

“La pandemia non ha aumentato il rispetto per la vita”

Sos rispetto per la vita. "Un paese civile, una democrazia avanzata non può tollerare 3.173 morti (dati Aci/Istat 2019)- afferma a Interris.it il prefetto Roberto Sgalla, già direttore centrale della Polizia stradale, ferroviaria e delle comunicazioni e responsabile della commissione dei direttori di corsa e sicurezza della Federazione ciclistica italiana. Una scelta che dovrebbe vedere schierata al primo posto...

La Comunità Lautari: una missione contro le dipendenze

Crederci più di loro. E' il segreto per andare avanti, per cercare di convogliare i propri sforzi affinché il desiderio di restituire una vita degna sia più forte del retaggio della dipendenza. La Comunità Lautari applica questa regola base da quasi trent'anni, aprendo le porte dei suoi centri a persone, giovani e meno giovani, logorate da dipendenze e disagi...

Volti, competenze e metodo dell’Europa

"Le "politiche del popolo", prima che politiche per il popolo, chiedono condivisione. Il confronto con l'altro, la conoscenza e il rispetto delle diversità sono elementi necessari per governare le trasformazioni. L'Europa, dopo anni di crisi e stordimento, ha bisogno di alzare lo sguardo". Questa parole sono tratte dalla prefazione di David Sassoli, Presidente del Parlamento europeo, per il libro "Le...

La Sindrome di Parigi preoccupa. Ecco quali sono le cause

La sindrome di Parigi colpisce, dagli anni ‘80 a oggi, alcuni turisti giapponesi in visita nella capitale francese procurando ansia, palpitazioni, allucinazioni, senso di svenimento e tachicardia. Il disagio psicologico interessa individui di età piuttosto variabile, non esiste una fascia specifica, considerata più debole. Non si tratta di una boutade poiché la stessa ambasciata giapponese a Parigi è in...

Bologna, 2 agosto 1980. Il massacro degli innocenti

Centosessantasei morti in poco più di un mese. Con un orologio, fermo da quarant'anni, a ricordarne 85. Fra Ustica e Bologna non intercorsero che alcuni giorni: troppo pochi per assorbire il disastro aereo del 27 giugno, così come per poter solo concepire quello che sarebbe accaduto il 2 agosto alla stazione felsinea. Si dice che la bomba del Banco...

Mons. Zuppi alla notte del Piccolo America: “Ricordiamoci degli anziani”

Né il coronavirus né l'umidità del caldo di fine luglio limitano gli argini dell'Arena. Piazza San Cosimato, nel cuore di Trastevere, resta la casa del Piccolo America anche quando di mezzo c'è una pandemia e poco incoraggianti temperature attorno ai 30. Anzi, quasi meglio. L'anfiteatro creato da Valerio Carocci e dagli altri giovani dell'associazione, famosa in tutto il mondo,...

L’impegno dell’Unicef per sostenere i bambini durante l’emergenza coronavirus

"Sono passati sette mesi da quando sono stati segnalati i primi casi da Covid-19 ed è sempre più chiaro che le ripercussioni della pandemia stanno causando più danni ai bambini che la malattia stessa". Queste parole non sono state pronunciate da un pericoloso negazionista che spinge per le riaperture ad ogni costo ma dal direttore generale dell'UNICEF Henrietta Fore,...

Giuliana Sgrena a Interris.it: “L’Europa non è in pace, delocalizza i conflitti”

"Numerosi sono i conflitti che continuano da decenni nell’ indifferenza sia della politica che dei media- afferma a Interris.it Giuliana Sgrena, l'inviata di guerra rapita nel 2005 dai jihadisti a Baghdad. Il sequestro in Iraq, la liberazione e poi l’ulteriore trauma dell’uccisione dello 007 Nicola Calipari che stava portando a termine l’operazione di intelligence per riportarla in patria. "Non...

Totalitarismo e cristianesimo sono incompatibili. L’esempio di Edith e Joseph

Il Papa più volte l’ha indicata come esempio di vita contro “ogni forma di intolleranza e perversione ideologica”. Ieri la Chiesa ha ricordato il...