ESTERI



SABATO 07 DICEMBRE 2019, IN TERRIS

Sparatoria nella base militare di Pensacola, ecco gli ultimi aggiornamenti

Indagini ancora in corso, ipotesi terrorismo

MANUELA PETRINI
D
ue sparatorie in due giorni, in altrettante basi natali americane. Dopo l'attacco di mercoledì a Pearl Harbor dove un marinaio ha fatto fuoco con il suo fucile d'assalto uccidendo due colleghi, ferendone un terzo prima di togliersi la vita, colpi di arma da fuoco sono stati esplosi nella Naval Air Station di Pansacola dove sono impiegati 16 mila militari e 7400 civili.  La dinamica dei fatti Secondo quanto si è appreso, l'attentatore è entrato in...
SABATO 07 DICEMBRE 2019, IN TERRIS

Elezioni Gb, Johnson: "Votate me o sarà il caos"

Duello in tv sulla Bbc tra il laburista Corbyn e il premier britannico

MANUELA PETRINI
johnson e corbyn nel duello in tv
S
i avvicina velocemente il 12 dicembre, giorno in cui la Gran Bretagna si recherà alle urne per decidere il suo destino. Quando mancano oramai solo cinque giorni all'ora x, Boris Johnson e Jeremy Corbyn si sono sfidati testa a testa in un duello televisivo andato in onda sulla Bbc, l'ultimo prima delle elezioni.  Johnson: votate me Il premier britannico ha lanciato un appello agli elttori, chiedendo che esprimessero il loro consenso per il partito conservatore per avere...

VENERDÌ 06 DICEMBRE 2019, IN TERRIS

Angela Merkel per la prima volta ad Auschwitz

La cancelliera aveva già visitato Dachau e Buchenwald: "Ciò che è successo qui non si può capire con la comprensione umana"

DM
Angela Merkel varca il cancello di Auschwitz
E
ra da più di vent'anni che un cancelliere tedesco non varcava i cancelli di Auschwitz. L'ultimo a farlo fu Helmut Kohl, nel 1995, e prima di lui Helmut Schmidt, nel 1977. Dopo di loro non lo avrebbe più fatto nessun altro, né Gerhard Schroder né Angela Merkel, nei suoi 14 anni alla Bundeskanzleramtsgebäude, durante i quali ha comunque visitato i campi di Dachau e Buchenwald. Fino a oggi almeno, visto che la cancelliera, ormai a metà del suo quarto...
VENERDÌ 06 DICEMBRE 2019, IN TERRIS

Il maltempo mette in ginocchio il Burundi: già 28 morti

Nove Paesi dell'Africa orientale stanno subendo gli effetti delle piogge con frane e alluvioni

MILENA CASTIGLI
Alluvioni e fiumi in piena in Burundi
S
ono almeno 28 i morti in Burundi per le frane causate dalle forti piogge, e il bilancio delle vittime potrebbe salire, riferiscono le autorità locali. Il Burundi è un piccolo Paese senza sbocco sul mare nella Great Rift Valley dove convergono lar egione dei Grandi Laghi africani e l'Africa orientale. Indipendente dal Belgio dal 1962, conta meno di 11 milioni di abitabti ed è una delle Nazioni più povere al mondo. Frane e...

VENERDÌ 06 DICEMBRE 2019, IN TERRIS

La rapina finisce in tragedia: 4 morti a Miami

I banditi fermati dopo un lungo inseguimento: due "vittime collaterali" e una donna ferita alla testa

MILENA CASTIGLI
La polizia circonda il furgone Ups dopo l'inseguimento
E'
di quattro morti il bilancio di una sparatoria in Florida tra alcuni banditi e la polizia avvenuta in Florida. Le vittime sono rimaste uccise al termine di un inseguimento tra le forze dell'ordine locali e un furgone della Ups rubato dopo la rapina in una gioielleria a Coral Gables, nei sobborghi di Miami. Un portavoce dell'Fbi ha specificato che i due sospetti armati di pistole hanno tentato di derubare la gioielleria Regent Jewellers in Mariana Avenue 1261 vicino...
VENERDÌ 06 DICEMBRE 2019, IN TERRIS

Via libera all'impeachment: cosa rischia Trump

L'annuncio della speaker Nancy Pelosi ha mandato su tutte le furie il presidente. Ma c'è lo scoglio del Senato

DM
Donald Trump
E'
prodigo di epiteti poco lusinghieri Donald Trump, e non potrebbe essere altrimenti dopo che i democratici, "nullafacenti e di estrema sinistra", come li ha definiti, hanno avviato la procedura di messa in stato d'accusa del presidente. Il che significa che a breve (anche se non è ancora stata indicata la data) si procederà al voto sull'impeachment in quanto, come spiegato dalla speaker dei Rappresentanti, Nancy Pelosi, le azioni di Trump "hanno violato...

GIOVEDÌ 05 DICEMBRE 2019, IN TERRIS

Ecco chi sono le 14 persone rapite dall'Isis

La notizia è stata diffusa dal Site

MANUELA PETRINI
L'
Isis colpisce ancora. Stando a quanto segnala il Site, quattordici persone, fra cui due cooperanti, sono state rapite nel nord-est della Nigeria. L'azione è stata rivendicata dal gruppo jihadista noto come Stato Islamico nell'Africa Occidentale (Iswap), che parla di 14 "prigionieri" - 6 soldati e 8 civili - compresi due dipendenti della Croce Rossa. 
GIOVEDÌ 05 DICEMBRE 2019, IN TERRIS

Riforma delle pensioni, Parigi nel caos

Sciopero generale, scontri fra black-bloc e Polizia a Place de la Republique. Agitazione fino a lunedì

DM
Scontri a Parigi
S
tavolta non sono solo i gilet gialli alla genesi del caos: contro la riforma delle pensioni approvata dal presidente Macron, per le strade di Francia si riversano insegnanti e studenti, operai e rappresentanti di quasi ogni categoria di lavoratori. E ci sono anche loro, i black-bloc. La Francia li temeva, le autorità avevano predisposto precauzioni, reso off limits alcune aree ma non è bastato. Almeno non del tutto. A Place del République si materializzano scene già...

GIOVEDÌ 05 DICEMBRE 2019, IN TERRIS

Ancora un naufragio di migranti: almeno 58 morti

L'imbarcazione del Gambia era diretta alle Canarie; 80 persone si sono salvate nuotando

MILENA CASTIGLI
Le operazioni di soccorso dei migranti naufragati davanti alle coste della Mauritania
N
uova strage di migranti in mare. Questa volta, teatro della tragedia, non è il Mar Mediterraneo, ma la parte di Oceano Atlantico che divide la Mauritania (costa africana nord occidentale) dalle isole Canarie, territorio spagnolo. Un tratto di mare particolarmente ostico a causa delle forti correnti oceaniche. Il naufragio Un'imbarcazione partita dal Gambia carica di migranti è naufragata al largo delle coste della Mauritania. Almeno 58 persone, tra...
GIOVEDÌ 05 DICEMBRE 2019, IN TERRIS

Al via il "giovedì nero" contro la riforma delle pensioni

Scioperi in tutto il Paese. A Parigi schierati 4.000 agenti, attesi un migliaio di black block e gilet gialli

MILENA CASTIGLI
Sciopero generale in Francia
"G
iovedì nero" di scioperi in Francia. La popolazione si mobilita contro la riforma delle pensioni voluta dal presidente Emmanuel Macron bloccando il Paese: treni, metropolitane autobus, scuole pubbliche, ospedali, raccolta dei rifiuti: milioni di dipendenti del settore pubblico e privato sono chiamati ad incrociare le braccia per quella che alcuni temono come una ripetizione dei grandi scioperi di 14 anni fa che fecero cadere il governo di Juppé. La...

NEWS
MILANO

Scontro bus-camion rifiuti: una donna in coma

Indaga la polizia locale, forse il mancato rispetto della precendeza all'origine dello schianto
Giuseppe Conte e Roberto Gualtieri
GOVERNO

Manovra, accordo su plastic e sugar tax

Una rinviata a luglio e ridotta dell'85%, l'altra a ottobre. Il premier: "Recessione scongiurata, non siamo il...

Corinaldo, una strage da non dimenticare e la trap...pola musicale

A distanza di un anno dal tragico evento nella discoteca Lanterna Azzurra, In Terris fa il punto sul genere musicale che spopola...
Mario Sossi durante il rapimento
MAGISTRATURA

E' morto il giudice Mario Sossi: fu rapito dalle Br

Pubblico ministero nel processo alla XXII Ottobre: il suo sequestro durò oltre un mese
Il vertice di maggioranza
GOVERNO

Manovra, braccio di ferro sulle microtasse

Frizione Italia Viva-Pd, sospeso il vertice. Bellanova: "Con plastic e sugar tax si rischia il disastro occupazionale"
Santa Claus in una foto ricordo d'epoca - Foto © Classickstock/Corbis

La vera storia di Babbo Natale

L'indagine di In Terris su un'icona natalizia, fra leggenda e messaggio evangelico
Palazzo Chigi
GOVERNO

Manovra, salta l'intesa in Cdm

Ok alla riforma del processo civile ma Italia viva fa muro su sugar e plastic tax. Conte: "L'esecutivo va avanti"
ArcelorMittal
IL CASO

Ex Ilva, Conte boccia il piano Mittal

Il premier respinge il programma anti-esuberi presentato dal gruppo franco-indiano
Un manifesto della campagna pubblicitaria #Noeutanasia di Pro Vita
BIOETICA

Manifestare per la vita? Ora si può

I manifesti #Noeutanasia sono stati giudicati legittimi dal Gran giurì dell'Istituto di Autodisciplina Pubblicitaria