Talebani: “Preso tutto il Panshir”. Era l’unica zona libera dell’Afghanistan

Il Fronte di resistenza nazionale continuerà a combattere i talebani: "Siamo presenti in posizioni strategiche in tutta la valle del Panshir"

ULTIMO AGGIORNAMENTO 9:43

I talebani hanno annunciato oggi di aver preso il controllo “totale” della valle del Panshir, ultima sacca di resistenza contro di loro da quando hanno preso il potere in Afghanistan a metà agosto. “Con questa vittoria il nostro Paese è ora completamente fuori dal marasma della guerra”, ha detto in una nota il principale portavoce dei talebani Zabihullah Mujahid ripresa da Ansa.

“Alcuni degli insorti sono stati sconfitti mentre i rimanenti sono fuggiti dalla valle“, ha detto Mujahid che assicura alla gente del Panshir che non ci saranno discriminazioni nei loro confronti: “Voi siete tutti nostri fratelli; serviremo insieme per un obiettivo e una nazione”.

Ahmad Massoud, il leader del Fronte di resistenza nazionale (Nfr) dell’Afghanistan, aveva annunciato ieri che il suo gruppo era pronto a fermare i combattimenti se i talebani avessero interrotto “i loro attacchi e il movimento militare in Panjshir e Andarab”.

Nel frattempo un portavoce dell’Nrf in un messaggio su Twitter ha affermato: “Siamo bombardati da droni pakistani, siamo sotto l’invasione diretta dell’Isi (agenzia pakistana di spionaggio)”.

Resistenza: “Continueremo a combattere talebani

Poche ore dopo l’annuncio dei talebani di aver preso il controllo “totale” della valle, il Fronte di resistenza nazionale ha reso noto che continuerà a combattere ed ha affermato di essere presente in “posizioni strategiche” in tutta la valle, aggiungendo che “la lotta contro i talebani e i loro partner continuerà”.

Ucciso il portavoce della resistenza anti talebani

L’Nrf ha anche annunciato l’uccisione del suo alto comandante Fahim Dashtay nell’attacco dei talebani. Lo hanno riferito due funzionari della resistenza. Dashti era la voce del gruppo anti-talebano e una personalità di spicco dei media durante i precedenti governi.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.