MARTEDÌ 07 AGOSTO 2018, 11:15, IN TERRIS


LEGGE PATRIOTTICA

L'Ungheria educa i bimbi dell'asilo all'amor di patria

L'obiettivo del decreto approvato è sviluppare nei piccoli attaccamento a identità nazionale e valori cristiani

REDAZIONE
Facebook Twitter Copia Link Invia Scrivici
Studenti ungheresi cantano un inno e sventolano bandiere nazionali
Studenti ungheresi cantano un inno e sventolano bandiere nazionali
L'

amor di patria in Ungheria verrà introdotto nei cuori dei bambini fin dalla più tenera età, anche attraverso la scuola. Il 25 luglio scorso, su iniziativa del governo di Viktor Orban, è stato approvato un decreto il quale prevede che negli asili magiari venga impartita "un'educazione patriottica" basata sull'"identità nazionale, i valori culturali cristiani e la conoscenza dei simboli nazionali". L'obiettivo è aiutare i bambini a "conoscere l'ambiente circostante, che è la base per il loro attaccamento all'identità nazionale, ai valori culturali cristiani, all'amore per la patria, alla terra natale e alla famiglia".

Le sinistre stigmatizzano questa misura, in quanto la definiscono di stampo nazionalistico, come rivela il quotidiano dell'opposizione Ne'pszava. Secondo il sottosegretario di Stato all'istruzione, Joseph Bódis, invece, intervistato da Magyar Idők, l'educazione patriottica è importante perché "sensibilizza gli studenti sull'importanza del legame con la patria, promuovendo in loro una cittadinanza responsabile". Dunque "approfondire la letteratura, l'arte, la storia d'Ungheria serve non solo per acquisire nozioni", ma anche - ha aggiunto - "per sviluppare la propria personalità". Dunque il patriottismo e l'accento posto sulla cristianità, in Ungheria, passano anche per la scuola. Risale al 2013 la modifica della Costituzione, nella quale si mette l'accento su Dio, sulla fede cristiana, sulla difesa della famiglia composta da uomo e donna. In Parlamento il premier Orban salutò l'approvazione con queste parole: "I tempi in cui l'ungheresità era schiacciata sono ora passati con questa identificazione di fede nazionale". Nell'aprile scorso Orban ha vinto le elezioni con il 49,5% dei voti, che gli sono valsi la maggioranza nei due terzi del Parlamento.

Spazio al lettore: per commentare questo articolo scrivi a direttore@interris.it

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
Fiorentina-Napoli 3-4. L'esultanza degli Azzurri
SERIE A

Show e polemiche al Franchi, il Napoli fa il pieno

Gli azzurri replicano alla Juve e si impongono 4-3 sulla Fiorentina, furiosa per un penalty assegnato a Mertens
Cristiano Ronaldo
CAMPIONATO DI CALCIO

Riparte la Seria A con Parma-Juventus

Da quest'anno regole più severe sui falli di mano e cartellini per gli allenatori
Protesta dei navigator in Campania
REDDITO DI CITTADINANZA

Sciopero della fame dei navigator

In Campania braccio di ferro tra i vincitori del concorso e il governatore
Aula scolastica
ISTRUZIONE

In classe per diventare buoni cittadini

Il 5 settembre l’educazione civica torna ad essere materia obbligatoria. Cosa cambia per la scuola
Scontri a Hong Kong
ASIA

Guerriglia urbana a Hong Kong: 1 ferito

Nuovo lancio di molotov e cariche della polizia sui manifestanti
Religioni per la pace
ECUMENISMO

Sostenere la campagna per l’abolizione delle armi nucleari

La dichiarazione finale della X Assemblea mondiale delle religioni per la pace di Lindau
Vescovato di Avellino
CAMPANIA

Avellino, bomba al vescovato: 3 feriti

Fermato un uomo: Nelson Lamberti, 49 anni, salernitano ma residente a Forino
Il vescovo Pompili durante la celebrazione ad Amatrice
COMMEMORAZIONE TERREMOTO 2016

Mons. Pompili: "Senza un progetto non si va da nessuna parte"

L'omelia del Vescovo di Rieti ad Amatrice nella messa per il terzo anno dal sisma del Centro Italia