Re Carlo III: “Prometto di servirvi per tutta la mia vita”

Il primo discoro di re Carlo III alla nazione britannica. Annunciata la nomina di William e Kate come principe e principessa di Galles

ULTIMO AGGIORNAMENTO 19:08

Mi rivolgo a voi con un sentimento di profonda tristezza e dolore“. Sono queste le prime parole pronunciate da Re Carlo III alla nazione britannica dopo la morte della madre, la regina Elisabetta II. “Durante tutta la sua vita, la mia amata madre è stata fonte di ispirazione. Rinnovo la mia promessa di mia madre di servirvi per tutta la mia vita”, ha aggiunto il nuovo sovrano del Regno Unito, mettendo in rilievo “lo spirito di servizio” e “la devozione” al suo dovere, ma anche il “calore umano” della regina Elisabetta. La regina Elisabetta “ha compiuto sacrifici e la sua dedizione come sovrana non ha mai ceduto nei momenti di gioia e tristezza“.

Le istituzioni dello Stato sono mutate ma nonostante cambiamenti e sfide la nostra nazione ha continuato a prosperare e a fiorire. I nostri valori devono restare saldi e costanti“, ha aggiunto. “Nella devozione della Regina, oggi prometto di servire la Costituzione della nostra nazione finché sarò in vita nel Regno Unito e dovunque voi viviate. Sarò al vostro servizio con lealtà, rispetto e amore“.

E’ “un momento di grande cambiamento per la mia famiglia, conto sull’amore della mia adorata Camilla. Da quando ci siamo sposati è diventata la mia regina consorte, so che sarà all’altezza del suo ruolo”, ha aggiunto Carlo III. “William assumerà il titolo scozzese e sarà mio successore come duca di Cornovaglia, e assumerà le responsabilità che io ho assunto per 50 anni“, ha aggiunto nominando il William, suo primogenito e nuovo erede al trono, principe di Galles e Kate principessa di Galles. “Provo affetto per Harry e Meghan, spero che continuino a costruire la loro vita oltreoceano”.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.