I giovani riempiono piazza San Pietro

Tante le adesioni al pellegrinaggio degli adolescenti "#Seguimi" organizzato dal Servizio nazionale per la pastorale giovanile della Cei

ULTIMO AGGIORNAMENTO 16:27

Oltre 80mila giovani presenti a piazza San Pietro per incontrare il Papa. Sono le stime degli organizzatori, mentre inizialmente si prevedevano 57mila presenze ma ormai la piazza. Tanti sono i ragazzi tra i 12 e i 17 anni che hanno aderito al pellegrinaggio degli adolescenti per vivere un’esperienza di comunione fraterna e di fede. Una giornata anche di festa, intrattenimento e musica, con la celebre conduttrice Andrea Delogu a condurre l’evento pomeridiano a cui è atteso, tra vari come gli attori Giovanni Scifoni e Michele La Ginestra, il cantante e rapper Blanco, vincitore dell’ultima edizione del Festival di Sanremo insieme a Mahmood. Fil rouge del pomeriggio in piazza San Pietro saranno le parole del capitolo 21 del Vangelo di Giovanni e, in particolare, quell’invito rivolto da Gesù a Pietro, “Seguimi”, che è anche il titolo dell’evento, mentre il logo consiste in una serie cerchi azzurri di diverse dimensioni a comporre un pesce, con la croce al posto dell’occhio. Il pontefice pronuncerà un discorso e presiederà alla veglia di preghiera, la professione di fede e la benedizione finale.

Don Falabretti (Cei): “Incoraggiare chi si spende per i ragazzi”

Si tratta del primo incontro del Papa in Vaticano con i giovani italiani, accompagnati da 60 vescovi ed educatori, sacerdoti, religiose e religiose. “Con il pellegrinaggio degli adolescenti a Roma e il loro incontro con il Papa, desideriamo incoraggiare e dare segni di speranza a chi si spende per la crescita dei ragazzi e a chi guarda alla comunità cristiana come custode di un futuro di vita che nasce dalla fede in Gesù risorto”, afferma don Michele Falabretti, responsabile del Servizio Nazionale per la pastorale giovanile della Conferenza episcopale italiana. “Mentre questo tempo continua a metterci alla prova – aggiunge – non vogliamo far cadere il senso di responsabilità rispetto alle attività educative che da sempre connotano la pastorale ordinaria delle nostre Diocesi”.

L’abbraccio del Papa

Alle 18 Papa Francesco, dopo aver abbracciato gli adolescenti facendo un ampio giro della piazza in papamobile, presiederà la Veglia di preghiera  che seguirà lo schema della lectio divina. “Alcuni ragazzi condivideranno che cosa il brano del Vangelo di Giovanni dice alla loro vita”, spiega don Falabretti, aggiungendo che l’incontro, oltre al saluto del cardinale presidente della Cei Gualtiero Bassetti, arcivescovo di Perugia-Città della Pieve, prevede anche la testimonianza di Mattia Piccoli, il ragazzo di 13 anni che il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha nominato Alfiere della Repubblica per la dedizione con cui ha accompagnato il papà malato di Alzheimer.

Le schede

L’appuntamento si inserisce nel solco di “Seme diVento” , il progetto per gli adolescenti promosso dal Servizio nazionale per la pastorale giovanile con l’Ufficio Catechistico Nazionale e l’Ufficio Nazionale per la pastorale della famiglia. Il pellegrinaggio a Roma, ricorda don Falabretti, è stato preparato attraverso apposite schede di lavoro online e avrà un seguito, grazie al materiale disponibile in rete con il quale “i ragazzi potranno rileggere la loro esperienza quando torneranno a casa, per continuare poi il percorso con i loro educatori”.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.