Afghanistan, 18 morti nell’esplosione in una moschea

Il fatto è avvenuto in un luogo di culto a Herat ed ha coinvolto anche l'imam Mujeeb Rahman Ansari, che ha perso la vita

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:13
© Pixabay

Ancora vittime in un’esplosione avvenuta in una moschea in Afghanistan, a due settimane di distanza dall’episodio precedente. E’ successo a Herat, nella parte occidentale del Paese, e tra i 18 morti, secondo fonti locali, ci sarebbe anche l’imam della moschea.

Il bilancio

E’ di almeno 18 morti il bilancio dell’esplosione che ha colpito una grande moschea di Herat, ha reso noto un portavoce del governatore della provincia. “Diciotto persone sono state uccise nell’incidente e altre 23 sono rimaste ferite“, ha precisato Hameedullah Motawakel.

L’imam

Citando fonti locali, la principale emittente televisiva del Paese Tolonews ha detto che l’imam della moschea, Mujeeb Rahman Ansari, sostenitore dei talebani, è rimasto ucciso nell’esplosione.

Il precedente

Lo scorso 17 agosto una forte esplosione ha colpito la moschea Abu Bakr al Siddiqi nella capitale del Paese, Kabul, uccidendo almeno 20 persone e ferendone 40, durante la preghiera serale. Anche in quel caso, tra le vittime figurava l’imam. Lo scorso 29 aprile 50 persone sono morte in una moschea, sempre a Kabul.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.