“Trasformazione ed evangelizzazione”. Appello dei vescovi del Paraguay ai laici

Anno dei Laici per promuovere la formazione, la comunione e lo spirito missionario del laicato

ULTIMO AGGIORNAMENTO 0:05
Paraguay

L’episcopato del Paraguay punta sul laicato. Le delegazioni diocesane si sono riunite nella Basilica Santuario di Caacupé. Qui, nel teatro comunale, è stato lanciato ufficialmente l’Anno dei Laici indetto dai vescovi L’agenzia missionaria vaticana “Fides” riporta il progetto pastorale della Conferenza Episcopale Paraguaiana. Attraverso le parole di monsignor Celestino Ocampo. Vescovo di Carapeguá. E incaricato dei laici.Paraguay

Missione-Paraguay

L’episcopato del Paraguay lancia un appello ad accompagnare il cammino sinodale per la trasformazione missionaria. “Tutta la Chiesa, nell’unità e nella comunione, sente l’importanza di vivere lo stesso processo. E di lavorare per la trasformazione e l’evangelizzazione. Secondo la volontà di Dio”. Sono tre gli obiettivi principali di questo processo. E cioè rafforzare il senso di appartenenza alla Chiesa di ogni battezzato. Promuovere la formazione. Favorire la comunione dei laici nelle diocesi. Nelle parrocchie. Nei movimenti. Nelle comunità ecclesiali.paraguay

Linee di azione

I vescovi indicano anche le linee di azione. Ossia promuovere i valori umani. La formazione permanente e sistematica. Incoraggiare lo spirito missionario. Generare spazi di discernimento. Integrare e promuovere azioni pastorali di una Chiesa “in uscita”. Un invito ad “andare verso tutti. E ad annunciare Cristo. Secondo l’esperienza personale del discepolo felice di andare nel mondo per annunciare Gesù Cristo morto e risorto. Per edificare il regno di Dio nel servizio caritativo ai più bisognosi”.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.