Nuovo anno scolastico: gli auguri delle istituzioni a insegnanti e studenti

Giuseppe Conte, Roberto Fico, Lucia Azzolina, Elena Bonetti, Ettore Rosato commentano la ripartenza scolastica

ULTIMO AGGIORNAMENTO 12:46
conte
Il premier Giuseppe Conte

“Oggi è una giornata importante per la comunità nazionale, a cui guardiamo con fiducia e entusiasmo: certo, non lo nascondiamo ci sono criticità ma il monitoraggio è costante e stasera faremo già un primo bilancio. Voglio però dire che mai come quest’anno stiamo investendo molto nella scuola“. Così il premier Giuseppe Conte al termine del convegno a cui ha preso parte presso l’ambasciata italiana presso la santa sede. Da parte sua, l’augurio a tutti gli studenti. Tra questi, anche il figlio Niccolò che oggi ha iniziato la terza media.

Azzolina

La ministra all’istruzione, Lucia Azzolina, è stata tra le prime questa mattina a fare gli auguri di buona ripartenza a studenti e docenti.

Fico, nuovo anno scolastico è ripartenza per Paese

“Oggi è una giornata importante e a lungo attesa. Gli istituti scolastici ricominciano ad accogliere i loro studenti che dall’inizio dell’emergenza sanitaria non avevano più potuto farvi rientro”. Lo afferma il Presidente della Camera dei deputati, Roberto Fico, in occasione dell’inizio del nuovo anno scolastico.

Ripartire dalla scuola significa far ripartire tutto il nostro Paese”, aggiunge su Ansa. “La scuola deve essere al centro dell’agenda politica. È dalla sua vitalità, dalla sua qualità che dipende il futuro del Paese. Solo in questo modo potremmo restituire all’istruzione scolastica il suo valore: quello di strumento indispensabile per la costruzione di una società migliore e più coesa”, sottolinea il presidente della Camera.

“Sono stati mesi molto difficili – sottolinea Fico – quelli trascorsi. I nostri ragazzi e le nostre ragazze si sono dovuti confrontare con una situazione inedita sia dal punto di vista formativo che sociale. La didattica a distanza ha tentato di colmare almeno in parte il vuoto che si era creato nelle aule e in tutta la comunità scolastica: quel complesso di relazioni e contatti preziosi che si instaurano a scuola, in anni decisivi per la crescita di ciascuno”.

“Un percorso didattico che è dovuto cambiare all’improvviso e dal quale purtroppo, per vari motivi, sono rimasti esclusi tanti, troppi giovani, con l’acuirsi di inaccettabili diseguaglianze. Occorre dunque, in occasione della ripresa, fare tesoro dell’esperienza sinora maturata in modo che in futuro non siano più messi a repentaglio – anche di fronte a nuove emergenze – principi e diritti garantiti dalla Costituzione” Fico si dice “consapevole che questo riavvio non sarà agevole”.

“Che molte sono le difficoltà, i rischi e le incognite legate all’andamento del contagio. Ma sono al tempo stesso certo dell’impegno di tutti affinché sia garantito il pieno esercizio del diritto all’istruzione. Ai giovani e giovanissimi studenti, agli insegnanti, ai dirigenti e a tutto il personale scolastico – conclude Fico – rivolgo, quindi, il mio migliore augurio per l’anno scolastico”.

Bonetti: “Ricominciare a sperare”

“Oggi Tommaso e Chiara vanno a scuola. Li ho accompagnati con lo sguardo di mamma, sentendo la loro emozione, la paura, il desiderio. E sentendo profondamente che questo inizio rappresenta per tutti noi una ragione per ricominciare a sperare”. Lo scrive in un post su Facebook la ministra per le Pari Opportunità, Elena Bonetti.

“Adesso – prosegue – è il loro tempo, il tempo del protagonismo dei bambini e dei giovani, del loro diritto a essere già oggi pienamente considerati cittadini. Incontro, relazione, studio, scoperta: la scuola che riapre è la loro opportunità di futuro. Noi genitori oggi li accompagniamo a quella soglia per sostenere il loro coraggio, per liberare i loro sogni. E mentre li vediamo allontanarsi, tutto quel che vogliamo è che abbiano un futuro migliore, in cui possano trasformare i loro desideri in scelte. È un’emozione, una responsabilità, ma anche la più grande felicità di cui possiamo fare esperienza”.

Rosato: “Non perdere il desiderio di imparare”

Finalmente oggi i nostri bambini e ragazzi tornano in classe per affrontare il nuovo anno scolastico con qualche sfida in più. Le regole vanno rispettate ma godetevi l’emozione di questo primo giorno di scuola, non perdete mai il desiderio, al di là del distanziamento, di stare insieme e di imparare”. Così Il vicepresidente della Camera Ettore Rosato in un post su Facebook. “Un buon inizio a tutti voi – prosegue il presidente di Italia Viva – ma anche agli insegnanti e a tutto il personale che da settimane lavora per consentire il rientro in sicurezza”.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: [email protected]
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.