Il “signore degli anelli” batte le Perseidi: lo spettacolo nelle notti di agosto

Lo sciame delle stelle di San Lorenzo sarà "messo in ombra" dalla Luna, risulterà quindi più difficili individuare la scia delle stelle cadenti

ULTIMO AGGIORNAMENTO 16:32

Non saranno le Perseidi le regine delle notti di agosto. Il protagonista, che darà spettacolo in maniera imperdibile sarà Saturno. Come sottolineato dalla pagina divulgativa dell’Unione Astrofili Italiani (Uai) il “signore degli anelli” è alla distanza minima dalla Terra e il 14 agosto raggiungerà l’opposizione al Sole. Questa condizione permetterà al gigante gassoso di dominare il cielo nel mese di agosto.

Le Perseidi

Come ogni anni, le stelle cadenti di San Lorenzo porteranno milioni di appassionati ad alzare gli occhi verso il cielo per godere dello spettacolo reso possibile dall’impatto dell’atmosfera terrestre con le polveri lasciate dal passaggio della cometa Swift-Tuttle. Quest’anno però, le meteore dello sciame delle Perseidi – chiamate così perché sembrano avere origine dalla costellazione di Perseo – sarà sottotono a causa della Luna. Nella notte tra l’11 e il 12 agosto il satellite del nostro pianeta sarà al massimo della luminosità, fatto che ridurrà le possibilità di avvistare le scie delle stelle cadenti.

Lo show di Saturno

Fortunatamente, per gli appassionati, ci penserà Saturno a tenere alto il livello dello show che ha come sfondo la volta celeste. Il secondo pianeta più grande del Sistema Solare, che si trova alla minima distanza dalla Terra, si offrirà per spettacolari notti di osservazione: basteranno anche attrezzature molto semplici per poterne vedere gli anelli. Inoltre, sarà facilissimo identificarlo proprio nella notte di Luna piena quando i due corpi celesti saranno vicinissimi tra loro.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.