Decimo oro olimpico per l’Italia a Tokyo 2020

Con la vittoria in finale della staffetta 4x100 il medagliere azzurro sale a 38, nuovo primato italiano. Nella giornata di oggi oro anche per Luigi Busà nel karate categoria 75 e nella 20 km di marcia con Antonella Palmisano

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:18

Con il nuovo record italiano la staffetta azzurra 4×100 conquista il decimo oro della spedizione olimpica italiana ai Giochi di Tokyo. Sale così a 38 il medagliere dell’Italia, che ora supera di due premi quel primato di 36 podi raggiunto due volte, la prima alle Olimpiadi di Los Angeles 1932 e la seconda a Roma nel 1960. Nella stessa giornata, poco prima il nono oro era arrivato grazie alla vittoria di Luigi Busà nella specialità kumite 75 chili di karate, che in finale ha sconfitto l’azero Rafael Aghayev , mentre l’ottavo se l’era aggiudicato Antonella Palmisano – nel giorno del suo compleanno – nella 20 chilometri di marcia.

“Un altro giorno da incorniciare a #Tokyo2020. Tre ori in poche ore uno storico Medaglia d’oro nella 4×100 e record assoluto di medaglie olimpiche in una singola edizione. Grandi azzurri” si legge in un post su Twitter di Palazzo Chigi.


I commenti degli atleti

Il quartetto formato da Lorenzo Patta-Marcell Jacobs-Eseosa Desalu-Filippo Tortu ha conquistato l’oro con un tempo di 37″50, migliorando il 37”58 della semifinale, davanti alla Gran Bretagna che è arrivata seconda con 37″51. Bronzo al Canada, terzo con 37”70.

“Ci abbiamo creduto fino in fondo, è qualcosa di fantastico. Abbiamo fatto un grandissimo lavoro, un percorso lungo ma ora siamo sul tetto del mondo, grazie agli italiani che ci hanno spinto da casa. Grazie per questo sogno che ci stiamo regalando”, così Jacobs ai microfoni di Rai Sport.

Tanta era l’emozione per Tortu che l’atleta ha dovuto chiedere ai compagni se davvero avevano vinto. Così il velocista a Rai Sport: “E’ difficile parlare di me e non di noi in questo momento. Quando sono partito ho visto che il britannico era lì a fianco e ho pensato solo a stare rilassato e correre il più tranquillo possibile perché se lo avessi fatto lo avrei superato. Ero più lucido che dopo il traguardo, non volevo crederci“.

Ce l’ho fatta. Se è un sogno lasciatemi sognare perché per me è stato un anno incredibile, quasi folle: magari un giorno lo racconterò, per me questa vittoria vale doppio“, ha detto a Rai Sport Busà dopo l’oro nella finale del karate 75 kg.

Le congratulazioni

Oltre al tweet di congratulazioni di Palazzo Chigi, sono arrivate anche le parole del presidente della Repubblica Sergio Mattarella. Il capo dello Stato ha chiamato il presidente del Coni Giovanni Malagò: “Siete stati bravissimi. Sono orgoglioso di voi, vi aspetto il Quirinale”.

Sempre sui social festeggia il sottosegretario allo Sport Valentina Vezzali:

 

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.