Benevento, morto 19enne che si è sparato dopo un litigio in famiglia

Secondo una prima ricostruzione, i genitori lo avrebbero rimproverato per esser rientrato molto tardi. Il sindaco del suo paese, San Salvatore Telesino: "La tragedia ha scosso tutti"

ULTIMO AGGIORNAMENTO 21:58

E’ deceduto nel reparto di rianimazione dell’ospedale del Mare di Napoli Pier Francesco Carofano, diciannovenne di San Salvatore Telesino, nel beneventano, che era stato trasferito lì in codice rosso in eliambulanza dall’ospedale “San Pio” di Benevento qualche ora dopo aver esploso un colpo di pistola, del padre, verso di sé, nelle prime ore della mattina di domenica.

Le indagini

Sulla vicenda indagano i carabinieri della compagnia di Cerreto Sannita, che già ieri hanno sequestrato l’arma ed effettuato i primi rilievi per ricostruire quanto accaduto. Secondo una prima ricostruzione, il giovane avrebbe trascorso una serata a Telese Terme, un paese vicino, e sarebbe rientrato molto tardi, trovando i genitori preoccupati ad aspettarlo. Sarebbe a quel punto nata una discussione, poi il giovane, dopo essere salito nella sua camera, avrebbe compiuto il gesto. A quanto si è appreso il ragazzo non avrebbe lasciato nessun biglietto. Nelle prossime ore il magistrato di turno deciderà se effettuare o meno l’autopsia, prima di restituire la salma ai genitori.

Il sindaco: “La tragedia ha scosso tutti”

“Non ci sono parole, la mia comunità e quella di Telese si stringono intorno al dolore dei familiari, persone per bene e stimate”, ha detto il primo cittadino di San Salvatore Telesino Fabio Romano. “La tragedia ha scosso tutti, giovani e non, e ripropone la tematica attuale di quanto sia difficile oggi fare il mestiere dei genitori”.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.