Droni consegneranno vaccini nelle isole del Pacifico

ULTIMO AGGIORNAMENTO 13:58

Partirà dal prossimo settembre a Vanuatu il progetto dell'Unicef che ha come obiettivo quello di consegnare i vaccini con l'aiuto di droni. L'iniziativa è pensata per consegnare le medicine nelle isole sperdute che compongono l'arcipelago, difficili da raggiungere con i mezzi tradizionali. 

“Ogni isola ha molti villaggi remoti isolati – spiega Christian Vasquez dell'Unicef -. Le persone vivono in gruppi familiari e non ci sono strade tra un villaggio e l'altro. Quando i nostri operatori cercano di portare i vaccini in queste aree spesso devono camminare per ore in montagna, sempre cercando di tenerli freddi”.

Questo per i vaccini si aggiunge a una serie di test in corso in tutto il mondo sulle applicazioni di questi dispositivi, dal trasporto del sangue per le trasfusioni ai kit medici in caso di disastri ai defibrillatori. La sperimentazione dovrebbe secondo Vasquez provare che il sistema con i droni è in grado di rendere più veloce la distribuzione in maniera economicamente sostenibile, e se andrà a buon fine il modello potrebbe essere esportato in contesti simili. Vanuatu, che è formato da 83 isole su un'area lunga 1600 chilometri, spiega l'agenzia Onu sul proprio sito, è il terreno ideale per testare le capacità dei droni, che dovranno portare i vaccini dalle tre isole principali alle altre abitate, “consegnandoli” agli operatori sanitari.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.