SABATO 12 GENNAIO 2019, 10:55, IN TERRIS


USA

Shutdown record: 22 giorni di stop

Mai successo prima: il governo è fermo e non sembrano esserci soluzioni concrete. Trump riprova a convincere i dem

REDAZIONE
Il Campidoglio a Washington
Il Campidoglio a Washington
V

entidue giorni di stop, mai successo prima nella storia degli Stati Uniti. Un record negativo quello dello shutdown dell'era Trump, con le attività del governo ferme a oltranza e con nessuna possibilità concreta all'orizzonte che la situazione possa sbloccarsi in tempi brevi. Nella giornata di ieri, con il presidente a fare marcia indietro sulla dichiarazione dello stato di emergenza (inizialmente vista come la soluzione per convincere i democratici ad avallare il finanziamento per il muro al confine con il Messico), sono arrivate le prime ripercussioni effettive sull'amministrazione repubblicana, finita nel mirino del sindacato dei dipendenti federali che, venerdì, sono rimasti per la prima volta senza stipendio, con tutte le conseguenze del caso sulle vite quotidiane dei contribuenti. E, nel frattempo, anche i traffici aerei stanno riscontrando problemi, entrati in crisi (Miami in primis) per mancanza di dipendenti. E, sempre ieri, i sindacati dei dipendenti federali hanno fatto causa al governo per la violazione del Fair labor standards act.


Stallo a oltranza

Lo stallo americano è anche e soprattutto istituzionale: i democratici, che ora comandano alla Camera, hanno fatto muro sulla richiesta di un finanziamento di 5,7 miliardi di dollari per la barriera al confine messicano e tutti i tentativi di mediazione effettuati finora si sono risolti con un nulla di fatto. Ecco perché, a ora, non sembrano esserci soluzioni in grado di risolvere l'impasse, a meno che una delle due parti non decida di fare un passo indietro. Possibilità che comunque appare lontana, visto che i democratici non hanno intenzione di allentare la presa sul "no" ai 5,7 miliardi e il presidente che accantona momentaneamente lo stato di emergenza convinto di riuscire a convincerli. Del resto, anche lo stato di emergenza avrebbe incontrato più difficoltà di quanto possa sembrare visto che, assieme alla dichiarazione, Trump avrebbe dovuto fornire motivazioni inattaccabili e incontrare il voto favorevole del Congresso. La decisione di attingere da fondi destinati ad altre emergenze, inoltre, sembrava non aver convinto nemmeno i repubblicani.

Spazio al lettore: per commentare questo articolo scrivi a direttore@interris.it

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
USA

Shutdown, i dipendenti federali fanno causa

Azione legale dei sindacati per violazione del Fair labor standards act. Intanto Trump: "Non dichiarerò lo stato d'emergenza"

Un cartello di chiusura per shutdown con il Campidoglio sullo sfondo
Niente stato di emergenza, almeno non ora. Anche perché, al momento, di questioni urgenti ce ne sono diverse per Donald Trump, tutte legate...
NEWS
BOLOGNA

Smantellato cartello di agenzie funebri, 30 arresti

I militari stanno procedendo anche ad un sequestro preventivo di beni per circa 13 milioni di euro
L'esplosione
FRANCIA

Esplosione in un'università di Lione

La deflagrazione avrebbe coinvolto la biblioteca scientifica dell'ateneo
Intervento del card. Bassetti in Sala Zuccari del Senato
SENATO

Andreotti: "Ho combattuto la mafia con atti pubblici"

Presentato ieri il libro "I miei santi in paradiso". Card. Bassetti: "Si battè per collocare l'Italia...
Caporalato
LAVORO SFRUTTATO

Caporalato: nuovi arresti

A Latina stranieri impiegati in "condizioni disumane". Ieri operazione in Basilicata
Il germoglio di cotone coltivato sulla Luna dai cinesi

Il cotone sulla Luna

Nata una piantina di cotone sulla Luna, in una serra appositamente allestita da cinesi, in conseguenza di un programma...
Mark Zuckerberg
LA STRETTA

Spot elettorali: giro di vite di Facebook

Il colosso di Zuckerberg vuole evitare un nuovo Russiagate