Zuppi (Cei): “La vita di suor Luisa Dell’Orto è un potente messaggio di fratellanza”

Il messaggio del presidente della Conferenza episcopale italiana letto in occasione delle esequie della suora uccisa ad Haiti il 25 giugno

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:20
© Vatican News

Il presidente della Conferenza episcopale italiana cardinale Matteo Zuppi ha inviato un messaggio all’arcivescovo di Milano monsignor Mario Delpini, in occasione delle esequie di suor Luisa Dell’Orto, la Piccola Sorella del Vangelo di Charles de Foucauld uccisa ad Haiti il 25 giugno scorso. scorso. Il testo è stato letto durante i funerali celebrati a Lomagna (Lecco) da monsignor Luigi Stucchi, vescovo ausiliare emerito.

Il messaggio

“Cari fratelli e sorelle, desidero far giungere a tutta la comunità e alla famiglia la mia vicinanza nella celebrazione del rendimento di grazie per la vita della vostra e nostra cara Luisa. Ringraziamo Dio per il dono che è stata e che non ha tenuto per sé. Darà frutto perché la sua esistenza era il Vangelo. E Luisa non si è mai risparmiata, ha amato, con semplicità e fedeltà, fino alla fine. Portiamo negli occhi e nel cuore il suo sguardo dolce e forte. Ha guardato con gli occhi di Gesù i poveri e ce li ha fatti guardare, conoscere ed amare. La sua vita è un potente messaggio di fratellanza che non ci lascia uguali perché con la fortezza dell’amore ci aiuta ad alzare lo sguardo e a non restare distanti, ma a tendere la mano verso di loro. Charles de Foucauld e tutte le sue piccole/grandi sorelle ci ricordano che, quando si ama, si imita e noi custodiamo la sua umiltà come una lezione di vita che ci ammonisce a non perdere tempo, a non riempirci di affanni che svuotano il cuore, a esserci, a scegliere di amare, a pregare. Cara Luisa, sei stata pronta a tutto, hai accettato tutto per amore. La volontà del Padre si è compiuta in te, hai affidato l’anima tua alle sue mani, senza riserve, con infinita fiducia perché ti ha amato, lo hai amato, ti ama per sempre. Grazie. In pace”.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.