Oggi è la 29° Giornata dei missionari martiri. Testimonianza a Interris.it su uno dei 20 commemorati

Tra i venti missionari martiri commemorati oggi dalla Chiesa c'è fratel Leonardo Grasso, l'apostolo dei malati di Aids. Nella Giornata istituita dalla Santa Sede, una testimonianza a Interris.it

ULTIMO AGGIORNAMENTO 0:05
Missioni

La 29° Giornata dei missionari martiri si celebra oggi nel ricordo della barbara uccisione sull’altare del presule salvadoregno Oscar Arnulfo Romero. Tra i venti missionari martiri commemorati oggi dalla Chiesa c’è fratel Leonardo Grasso, apostolo dei malati di Aids e dei tossicodipendenti.

Una Giornata per non dimenticare

Interris.it racconta la 29° Giornata dei missionari martiri attraverso la vicenda di uno di loro. Fratel Leonardo Grasso è  “un tessitore di fraternità la cui vita si intrecciava con quella dei poveri incontrati e soccorsi“, spiega fratel Carlo Mangione, direttore generale dell’ospedale “Santa Maria della Pietà”. L’ospedale di Casoria è stato scelto dalla Regione Campania per assistere, in questo tempo di pandemia, soprattutto i pazienti oncologici, oltreché i malati di Covid. A loro i medici e il personale sanitario offrono tutte le cure possibili. Perché, come testimoniato fino al martirio da Fratel Grasso, “la speranza non si distacca da una autentica vicinanza umana“.Giornata

Il martirio della carità

 Il superiore della comunità camilliana di Acireale ha trascorso 25 anni della sua vita a servizio della “Tenda San Camillo”. E nella casa-famiglia che accoglie persone affette da Aids fratel Leonardo Grasso è stato ucciso il 5 dicembre scorso. Da un ospite della comunità per assistenza ai malati di Aids e di recupero per tossicodipendenti. E oggi, dunque, non è una data qualsiasi per la “Chiesa in uscita“. Il 24 Marzo 1980 in Salvador venne ucciso il “santo delle Americhe”. L’arcivescovo Oscar Arnulfo Romero si opponeva con forza e decisione al governo militare che massacrava i poveri e ne calpestava i diritti. Una testimonianza di carità verso gli ultimi pagata con il proprio sangue. Nel 1992 Giovanni Paolo II indisse la prima Giornata in memoria dei missionari martiri e fu scelto monsignor Romero come simbolo di quanti donano la vita per la fede.

In preghiera

I missionari martiri i protagonisti della celebrazione di cui “Missio” ogni anno si fa promotrice. Alle iniziative dell’Ufficio nazionale per la cooperazione missionaria tra le Chiese si aggiungono gli incontri di preghiera come quello organizzata per Fratel Leonardo Grasso.  Oggi, infatti, si terrà alle 19 nella parrocchia San Paolo di Acireale una veglia diocesana in cui si riunirà in preghiera la famiglia di confratelli e fedeli che ha condiviso il suo servizio agli ultimi.

 

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.