Femminicidi, vescovo di Vicenza: “Ancora molti passi da fare”

Secondo monsignor Beniamino Pizziol ci sono "ancora molti passi da fare per arginare la cultura maschilista"

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:00
Femminicidi

Sos femminicidi. Il vescovo di Vicenza scende in campo dopo i casi di femminicidio che continuano ad insanguinare l’Italia. “Appare evidente come ancora molti passi siano da compiere. Per superare quella cultura possessiva e maschilista. Capace di pervertire l’amore nella violenza fisica e psicologica. Fino agli esiti più estremi e irrimediabili“, afferma monsignor Beniamino Pizziol. Il presule veneto invita le comunità della diocesi alla preghiera. Per le vittime. E per i loro familiari.Femminicidi

Mai più femminicidi

Il vescovo di Vicenza si rivolge a tutte le agenzie educative cattoliche. Scuole, associazioni. Gruppi.  E le incoraggia a continuare la loro “preziosa opera“. Per la promozione tra i giovani di una cultura della non violenza e del rispetto. E per un’educazione affettiva e sessuale. Così da aiutare a prevenire “tali tragiche situazioni“. Oggi e domani in tutte le messe celebrate nella diocesi di Vicenza ci sarà un ricordo. Al momento della preghiera dei fedeli. Per le vittime dei femminicidi. E anche per le vittime di incidenti sul lavoro. Anche l’Assemblea generale delle nazioni Unite si è mossa. Istituendo la Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne. L’Onu invita i governi, le organizzazioni internazionali e le Ong a organizzare attività. Con l’obiettivo di sensibilizzare l’opinione pubblica. Su una delle più devastanti violazioni dei diritti umani.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.