Washington, 4 morti. Si dimette vice consigliere sicurezza nazionale Trump

L'Fbi sta assistendo la polizia di Washington nell'identificare coloro che "hanno istigato violenza". Ocasio-Cortez chiede l'impeachment per Trump

ULTIMO AGGIORNAMENTO 8:12

Quattro morti e 13 feriti: è il bilancio – ancora provvisorio – degli scontri nella manifestazione di protesta dei fan di Donald Trump nella capitale, secondo la polizia. E’ salito a 52 il numero delle persone arrestate a Washington, di cui 26 a Capitol Hill. Molti manifestanti pro Trump sono stati fermati per violazione del coprifuoco.

L’Fbi sta assistendo la polizia di Washington nell’identificare coloro che “hanno istigato violenza”. Una linea telefonica dedicata è a disposizione per chi avesse informazioni, foto e video. Il fatto che molti dei manifestanti non indossavano la mascherina potrebbe facilitare il compito dell’identificazione.

Si dimette Pottinger

Il vice consigliere alla sicurezza nazionale di Donald Trump, Matt Pottinger, si è dimesso in seguito agli scontri Congresso. Lo riporta l’agenzia Bloomberg citando alcune fonti. Pottinger avrebbe dovuto lasciare l’incarico il 3 novembre a prescindere dal risultato elettorale ma il suo capo, Robert O’Brien, lo aveva convinto a restare. Dopo gli scontri di ieri, costati la vita a diverse persone, ha deciso per il dietro front.

Impeachment per Trump

“Impeach”. Alexandria Ocasio-Cortez, la deputata star dei democratici, è stringata ma chiara sulle sue intenzioni. Vorrebbe procedere con l’impeachment di Donald Trump per gli scontri in Congresso. Ilham Omar, altra deputata liberal parte dello Squad (il quartetto che include anche Rashida Tlaib e Ayanna Pressley), ha annunciato di essere già al lavoro per la stesura degli articoli per l’impeahchment.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: [email protected]
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.