Scritte No Vax sui muri dello Spallanzani. Speranza: “Fatto inquietante”

Alcune scritte No Vax sono apparse sui muri dell'istituto Spallanzani a Roma. Speranza: "I vaccini hanno salvato milioni di vite"

ULTIMO AGGIORNAMENTO 12:22
pandemia

Alcune scritte No Vax sono apparse sui muri dell’istituto Spallanzani a Roma. “Propaganda vaccinale per diritti e libertà atto criminale”, “i vaccini uccidono”, “vaccino di Stato sterminio legalizzato” e “vaxate i bambini siete mostri e assassini”, si legge all’esterno della struttura ospedaliera. Presente anche una W rossa con un cerchio rosso.

Sull’episodio sono al lavoro carabinieri, polizia e agenti della Polizia Scientifica che hanno effettuato un primo sopralluogo e i rilievi di rito. Lo riporta Ansa.

Speranza: “I vaccino hanno salvato milioni di vite”

Immediata la presa di posizione del ministro della Salute, Roberto Speranza, secondo cui “le scritte intimidatorie rappresentano un fatto inquietante“. Il ministro Speranza ha quindi espresso “vicinanza e solidarietà ai medici, agli infermieri e a tutti i professionisti che vi lavorano e che sono stati protagonisti nella lotta contro la pandemia. Non dobbiamo dimenticare mai che la campagna vaccinale in tutto il mondo ha salvato la vita a milioni di persone”.

D’Amato: “Vigliacchi senza rispetto”

Per l’assessore alla Salute del Lazio, Alessio D’Amato, quelle comparse allo Spallanzani sono “frasi choc e farneticazioni. Condanno fortemente questo gesto vile ed auspico che gli autori siano presto individuati. Questi vigliacchi non hanno rispetto di chi in prima fila sta combattendo per difendere la salute di tutti”.

Lorenzin: “Condanna e sdegno”

Le scritte no vax fuori lo Spallanzani di Roma sono un’offesa alle migliaia di operatori sanitari che hanno dato la vita per combattere il COVID19. Condanna e sdegno per questi vili attacchi e solidarietà a tutti i lavoratori della sanità italiana”, ha twittato la deputata Beatrice Lorenzin, già ministro della Salute dal 2013 al 2018.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.