Mattarella: “Non abbassare la guardia contro la recrudescenza del Covid”

Il messaggio del Presidente Mattarella al Presidente di Confartigianato, Marco Granelli, in occasione dell'Assemblea annuale

ULTIMO AGGIORNAMENTO 9:52
Mattarella discorso Cernobbio
Foto © Quirinale

“La recrudescenza dei contagi ci ricorda di non abbassare la guardia e ci richiama alla massima responsabilità nei comportamenti individuali e collettivi, per contrastare la circolazione del virus e non compromettere la libertà che abbiamo riconquistato nella vita economica e sociale. Il recupero dell’economia è sostenuto dalla fiducia di famiglie e imprese, con la ripartenza degli investimenti”. Così il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, nel messaggio inviato al Presidente di Confartigianato, Marco Granelli, in occasione dell’Assemblea annuale che si svolge oggi, 30 Novembre, a Roma.

L’assemblea annuale Confartigianato

Teatro del principale evento dell’anno della Confederazione sarà l’Auditorium della Conciliazione che ospiterà i delegati del Sistema Confartigianato, i vertici del Governo, del Parlamento, delle istituzioni, i rappresentanti delle forze economiche e sociali del Paese. Il Presidente Marco Granelli illustrerà, nella sua relazione, le aspettative e le proposte dell’artigianato e delle micro e piccole imprese per ricostruire il futuro, superare gli effetti della pandemia e riprendere un percorso di crescita e di sviluppo.

All’intervento del leader di Confartigianato risponderà dal palco il Ministro dello Sviluppo economico Giancarlo Giorgetti. L’evento sarà trasmesso in diretta streaming (qui la diretta online).

Il messaggio di Mattarella a Confartigianato

«Rivolgo un caloroso saluto a tutti i partecipanti all’Assemblea annuale di Confartigianato, rappresentanti di un comparto impegnato fortemente nell’uscita dalla drammatica crisi causata dalla pandemia. Il mondo della piccola impresa diffusa ha affrontato con coraggio e resilienza questa durissima prova, confermando il suo ruolo di ossatura delle comunità territoriali e di ancora per la tenuta sociale.

Il forte recupero della nostra economia è sostenuto dalla fiducia di famiglie e imprese, con la ripartenza degli investimenti e della spesa, anche nei settori più colpiti dalla pandemia. Allo stesso tempo, la recrudescenza dei contagi ci ricorda di non abbassare la guardia e ci richiama alla massima responsabilità nei comportamenti individuali e collettivi, per contrastare la circolazione del virus e non compromettere la libertà che abbiamo faticosamente riconquistato nella vita economica e sociale.

La sfida che abbiamo di fronte, oltre a consolidare la ripresa, è di avviare un percorso solido di cambiamento verso un modello sostenibile e inclusivo, facendo leva sulle straordinarie opportunità offerte dal Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza. In particolare, le transizioni verde e digitale possono consentire anche al nostro “ecosistema” di borghi e piccole imprese di assicurare la sostenibilità – ambientale, economica e sociale – del proprio territorio e di connettersi alla dimensione globale.

Tutte le forze vitali e attive della nostra società – dalle istituzioni, ai corpi intermedi, alle imprese, ai cittadini – sono chiamate a partecipare a questo impegno corale per il bene del Paese.Con questo spirito invio a tutti i miei più cordiali auguri di buon lavoro».

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.