Caso Beccaglia: 3 anni di Daspo al tifoso della fiorentina

Daspo di 3 anni per Andrea Serrani, il tifoso della Fiorentina di 45 anni accusato di aver molestato la giornalista Greta Beccaglia

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:20

Il questore di Firenze ha emesso un Daspo di 3 anni, senza altre prescrizioni, per tenere lontano da manifestazioni sportive Andrea Serrani, il tifoso della Fiorentina di 45 anni accusato di aver molestato la giornalista Greta Beccaglia.

La molestia in diretta video

La molestia è avvenuta durante una diretta tv all’esterno dello stadio di Empoli il 27 novembre scorso. Nello specifico, come si vede dal video a inizio pagina, sabato scorso un tifoso appena uscito dallo stadio Castellani ha dato uno schiaffo sul fondoschiena della conduttrice 27enne, che come reazione gli ha detto “Non puoi farlo!”. Il tutto mentre il conduttore di Toscana Tv in studio – poi sospeso – la invitava a “non prendersela”.

Il tifoso, un ristoratore di Chiaravalle (in provincia di Ancona) è stato individuato con le immagini delle telecamere e la giornalista lo ha querelato per le molestie. Il questore di Firenze, Filippo Santarelli ha emesso lunedì il Daspo, che è entrato in vigore martedì. La misura vieta al 45enne per tre anni di accedere agli stadi: il che significa che Serrani non potrà assistere alla partita della Fiorentina contro la Sampdoria. Il ristoratore è anche indagato dalla procura di Firenze per l’ipotesi di reato di violenza sessuale.

Le scuse del tifoso

L’uomo nei giorni scorsi aveva confessato l’accaduto e aveva chiesto scusa alla giornalista. “Io auspico ancora una composizione bonaria. Sarei felice se la dottoressa conoscesse Andrea, un imprenditore, una bravissima persona, padre di famiglia, che è sempre stato rispettoso verso le donne. Il suo gesto è inutile da commentare, mi sento però di dire che nel suo gesto, quanto meno nelle sue intenzioni, non c’era alcuna connotazione di tipo sessuale […] Andrea non dorme da due notti”, ha commentato Roberto Sabatini, il legale del tifoso, secondo quanto riportato da La Nazione e dall’Ansa.

Sospeso il conduttore della trasmissione

Nel frattempo, il conduttore della trasmissione durante la quale Beccaglia è stata molestata è stato sospeso. Nel momento in cui la giornalista veniva molestata in diretta, lui diceva: “Non te la prendere […] Si cresce anche attraverso questa esperienza”.

In una nota, Toscana Tv ha scritto: “Abbiamo condiviso con il giornalista Giorgio Micheletti di concedergli l’opportunità di un momento di riflessione e di pausa professionale nella conduzione del format A Tutto Gol, al fine di chiarire lo svolgimento dei fatti, riservandoci di valutare eventuali provvedimenti disciplinari”.

Beccaglia, però, ospite in televisione, lo ha difeso così: “Capisco Giorgio [Micheletti, ndr] e l’ho difeso dal primo minuto perché lui l’ha fatto per tranquillizzarmi, non voleva minimizzare il gesto. Mi ha ferito l’indifferenza di chi stava intorno. Violenze verbali e un altro tifoso mi ha sfiorato le parti intime”.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.