Mattarella: “I David di Donatello oggi rappresentano un segnale speranza”

Si è svolta questa mattina al Quirinale la cerimonia di presentazione dei candidati ai Premi “David di Donatello” per l’anno 2021. Tutte le nomination

ULTIMO AGGIORNAMENTO 12:42
Il Presidente Mattarella a una delle passate edizioni dei David di Donatello

“Il David scandisce una festa importante per il nostro Paese. L’anno scorso non è stato possibile svolgere questa cerimonia; quest’anno averla potuto svolgerla rappresenta un segnale di ripartenza e di speranza”. Lo ha detto il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, dal salone dei Corazzieri del Palazzo del Quirinale, dove stamattina si è svolta la cerimonia di presentazione dei candidati ai Premi “David di Donatello” per l’anno 2021.

La cerimonia, condotta dal Geppi Cucciari, è stata aperta dalla proiezione di un video a cura di Rai Cultura a cui sono seguiti gli interventi di Piera Detassis, Presidente e Direttore Artistico dell’Accademia del Cinema Italiano – Premi David di Donatello, e del Ministro della Cultura, Dario Franceschini.

Nel corso della manifestazione Chiara Civello, accompagnata da Federico Scettri e Sebastiano Burgio, ha eseguito i brani musicali “Metti una sera a cena” di Morricone/Patroni Griffi, “Un uomo e una donna” di Francis Lai, ” e “Fortissimo” di Wertmuller e Canfora. Dopo la lettura dei candidati ai Premi “David di Donatello”, la conduttrice ha intervistato i vincitori dei David speciali 2021, Sandra Milo e Diego Abatantuono. La cerimonia si è conclusa con il discorso del Presidente della Repubblica.

Il discorso del Presidente della Repubblica

L’industria del cinema e dell’audiovisivo rappresenta – ha detto il Presidente – un “patrimonio che appartiene a tutti gli italiani, è un bene indivisibile. Siamo però di nuovo chiamati a ripartire, non solo a proseguire e avvertiamo il senso di una missione comune”.

“Tutti concordano che dopo il covid non torneremo alla realtà di prima ma ci troveremo in scenari nuovi. Adesso le sale ripartono. Le sale del cinema sono un luogo prezioso per la vita delle città, così come i teatri, i musei e tutti i luoghi della cultura. E’ giusto che le istituzioni vi sostengano in questa sfida. Istituzioni e operatori uniti nell’obiettivo di rafforzare le produzioni nazionali. Il domani del cinema sarà certamente bello“.

“Per sconfiggere il virus – ha detto Mattarella – serviranno ancora prudenza e responsabilità nei comportamenti, ma servirà anche determinazione, iniziativa e anche coraggio d’innovazione e qualità. Dalle gravi crisi si esce solo con la solidarietà, con la visione e il senso di appartenenza”.

Tutte le candidature

Venerdì 26 marzo sono state annunciate le candidature ai David di Donatello 2021. Si tratta del più importante riconoscimento cinematografico italiano, ogni anno assegnato dall’Accademia del Cinema Italiano presieduta da Piera De Tassis che terrà la sua cerimonia di consegna l’11 maggio 2021. La premiazione sarà trasmessa in diretta su Rai1 condotta da Carlo Conti, al timone per la quarta volta consecutiva. Ecco l’elenco completo dei candidati.

Miglior Film

Favolacce
Hammamet
Le sorelle Macaluso
Miss Marx
Volevo nascondermi

Miglior Regista

Favolacce, Damiano e Fabio D’Innocenzo
Hammamet, Gianni Amelio
Le sorelle Macaluso, Emma Dante
Miss Marx, Susanna Nicchiarelli
Volevo nascondermi, Giorgio Diritti

Miglior attore protagonista

Kim Rossi Stuart, Cosa sarà
Valerio Mastandrea, Figli
Pierfrancesco Favino, Hammamet
Renato Pozzetto, Lei mi parla ancora
Elio Germano, Volevo Nascondermi

Miglior attrice protagonista

Vittoria Puccini, 18 regali
Paola Cortellesi, Figli
Micaela Ramazzottii più belli
Sophia Loren, La vita davanti a sé
Alba Rorhwacher, Lacci

Migliore attore non protagonista

Benedetta Porcaroli, 18 regali
Barbara Chiacchiarelli, Favolacce
Claudia Gerini, Hammamet
Matilda De Angelis, Isola delle Rose
Alba Rohrwacher, Magari

Migliore attrice non protagonista

Gabriel Montesi, Favolacce
Lino Musella, Favolacce
Fabrizio Bentivoglio, Isola delle Rose
Silvio Orlando, Lacci

Migliore sceneggiatura originale

Cosa sarà, Kim Rossi Stuart e Francesco Bruni
Favolacce, Fabio e Damiano D’Innocenzo
Figli, Mattia Torre
I Predatori, Pietro Castellitto
Volevo Nascondermi, Giorgio Diritti, Tania Pedroni, Fredo Valla

Migliore sceneggiatura non originale

Assandira, Salvatore Mereu
Lacci, Domenico Starnone, Francesco Piccolo, Daniele Luchetti
Lasciami andare, Stefano Mordini, Francesco Marciano, Luca Infascelli
Lei mi parla ancora, Pupi Avati, Tommaso Avati
Lontano Lontano, Marco Pettenello, Gianni Di Gregorio

Miglior produttore

Favolacce
I Predatori
L’incredibile storia dell’Isola delle Rose
Miss Marx
Volevo Nascondermi

Migliore canzone originale

Gli anni più belli/Gli anni più belli di Claudio Baglioni
La vita davanti a sé/Io sì (Seen) di Laura Pausini
Non odiare/Miles Away di Ginevra
Tolo Tolo/Immigrato di Luca Medici
Volevo Nascondermi/Invisible di La Tarma

Miglior compositore

Hammamet di Nicola Piovani
I Predatori di Niccolò Contessa
L’incredibile storia dell’Isola delle Rose di Michele Braga
Miss Marx di Gatto Ciliegia contro il grande freddo
Non Odiare di Pivio & Aldo De Scalzi
Volevo Nascondermi di Marco Biscarini e Daniele Furlati

Miglior regista esordiente 

I Predatori, Pietro Castellitto
Magari, Ginevra Elkann
Non odiare, Mauro Mancini
Sul più bello, Alice Filippi
Tolo Tolo, Luca Medici

Miglior documentario

Mi chiamo Francesco Totti, Alex Infascelli
Faith, Valentina Pedicini
Notturno, Gianfranco Rosi
Puntasacra, Francesca Mazzoleni
The Rossellinis, Isabella Rossellini

Miglior cortometraggio

Anne, Domenico Croce e Stefano Malchiodi
Gas Station, Olga Torrico
Il Gioco, Alessandro Haber
L’oro di famiglia, Emanuele Pisano
Shero, Claudio Casale

Migliore autore della fotografia 

Favolacce, Paolo Carnera
Hammamet, Luan Amelio Ujkaj
Le sorelle Macaluso, Gherardo Gossi
Miss Marx, Crystel Fournier
Padrenostro, Michele D’Attanasio
Volevo Nascondermi, Matteo Cocco

Miglior scenografia

Favolacce, Emita Frigato, Paola Peraro, Paolo Bonfini, Erika Aversa
Hammamet, Giancarlo Basili, Andrea Castorina
Isola delle Rose, Tonino Zera, Maria Grazia Schirripa
Miss Marx, Alessandro Vanucci, Igor Gabriel, Fiorella Cicolini
Volevo Nascondermi, Ludovica Ferrario, Alessandra Mura, Paola Zamagni

Miglior costumista

Hammamet, Maurizio Millenotti
Isola delle Rose, Nicoletta Taranta
Le sorelle Macaluso, Vanessa Sannino
Miss Marx, Massimo Cantini Parrini
Volevo Nascondermi, Ursula Patzak

Miglior truccatore

Hammamet, Luigi Ciminelli, Andrea Leanza e Federica Castelli
Isola delle Rose, Luigi Rocchetti
Le sorelle Macaluso, Valentina Iannuccilli
Volevo Nascondermi, Giuseppe Desiato, Lorenzo Tamburini
Miss Marx, Diego Prestopino

Migliori effetti visivi

Volevo Nascondermi, Rodolfo Migliori
Hammamet, Luca Saviotti
L’incredibile storia dell’Isola delle Rose, Stefano Leoni, Elisabetta Rocca
Miss Marx, Massimiliano Battista
The Book of Vision, Lorenzo Ceccotti e Renaud Quilichini

Miglior suono

Favolacce
Hammamet
Isola delle Rose
Miss Marx
Volevo Nascondermi

Miglior montatore

Favolacce, Daniele Fiori
Hammamet, Massimiliano Duranti
Le sorelle Macaluso, Aldina Governatori
Miss Marx, Domingo Santoro
Volevo Nascondermi, Aldo Signoretti

Miglior film straniero

1917, Sam Mendes
I Miserabili, Ladj Ly
Jojo Rabbit, Taika Waititi
Richard Jewell, Clint Eastwood
Sorry We Missed You, Ken Loach

David Giovani

18 Regali, Francesco Amato
Favolacce, Fabio e Damiano D’Innocenzo
Gli anni più belli, Gabriele Muccino
L’incredibile storia dell’Isola delle Rose, Sydney Sibilia
Tolo Tolo, Luca Medici

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.