Il Covid ferma mezza serie A: il Milan parte forte

Nonostante l’emergenza battuta per 3-1 la Roma a San Siro

ULTIMO AGGIORNAMENTO 20:52
Roma 22/12/2021 - campionato di calcio serie A / Roma-Sampdoria / foto Insidefoto/Image Sport nella foto: Bryan Cristante-Andre' Silva

Inizia con il piede sbagliato il 2022 del calcio italiano, dominato dalle decisioni della Asl che hanno bloccato Bologna, Salernitana, Udinese e Torino per eccesso di contagi, mentre il Verona, senza dieci contagiati, è sceso regolarmente in campo. Così, su dieci partite della prima giornata, quattro non sono state giocate: Bologna-Inter, Atalanta-Torino, Salernitana-Venezia e Fiorentina-Udinese. Nelle partite di giornata pari in rimonta della Lazio, successo prezioso del Cagliari, mentre il Milan, fa sua la sfida con la Roma: 3-1 a San Siro.

Il Milan riparte di slancio: 3-1 alla Roma

Due errori iniziali lanciano in orbita il Milan a San Siro. Prima il rigore trasformato da Giroud, poi il raddoppio di Messias dopo un clamoroso errore di Ibanez. La Roma si rimette in corsa nella seconda parte del primo tempo illuminata da due giocate di Abraham che prima devia una conclusione di Zaniolo (bravo a chiudere Maignan) poi l’inglese corregge in rete una conclusione di Pellegrini: 2-1 all’intervallo. Nella ripresa la Roma prova l’affondo, rimane in dieci per il rosso a Karsdorp e in contropiede il Milan la chiude con Rafael Leao che taglia in due la difesa giallorossa e batte in uscita Rui Patricio. Ibra si fa parare un rigore da Rui Patricio. Successo importante per il Milan che si porta a meno uno dall’Inter capolista che però, al momento, è con una partita in meno. Male la Roma, non solo per la sconfitta ma anche perché domenica contro la Juve dovrà a fare a meno di Cristante. Mancini e Karsdorp.

Lazio all’ultimo respiro: Milinkovic riprende l’Empoli

Emozioni e gol nell’Epifania dell’Olimpico. Finisce 3-3 tra Lazio ed Empoli, una partita pazzesca. Subito uno-due della formazione di Andreazzoli: sblocca Bajrami su calcio di rigore per un fallo di Strakosha su Di Francesco, e a stretto giro Zurkowski trova il gol del raddoppio. Il ritorno dio Immobile è importante e si fa sentire, perché l’attaccante rimette in corsa la Lazio accorciango con un gol di testa. Felipe Anderson centra la traversa alla mezz’ora. Nella ripresa la Lazio spoinge ventre a terra alla ricerca del pari che arriva grazie a Milinkovic-Savic, ma le emozioni non sono finite. Di Francesco firma il nuovo vantaggio empolese, il Var annulla il gol di Patric che sarebbe valso il pari. Super Vicario ipnotizza Immobile dal dischetto a tre minuti dalla fine in una partita che sembra stregata, ma alla fine di pensa anche lui, Milinkovic-Savic, a togliere le castagne dal fuoco a Sarri e firmare il definitivo 3-3.

Verona più forte del Covid: 2-1 a La Spezia. Impresa Cagliari a Marassi

Il Covid non ferma il Verona, che nonostante dieci calciatori positivi, passa imperiosamente al Picco battendo per 2-1 lo Spezia. Match che si sblocca nella ripresa, con l’immediata doppietta di Caprari, poi il gol di Erlic che prova a riparla ma il Verona vince comodamente. Esulta Tudor: il suo Verona sale a quota 27 punti, mentre lo Spezia rimane fermo a quota 16, in zona niente affatto tranquilla.

Perché oltretutto nella giornata, da registrare il clamoroso successo del Cagliari a Marassi contro la Samp. Stranezze del destino, perché Il Cagliari di Mazzarri firma la seconda vittoria stagionale in campionato proprio contro i doriani già battuti nella gara di andata in Sardegna. Eppure Samp subito avanti con il solito Manolo Gabbiadini, ma nella ripresa, ecco uscire fuori il Cagliari che la ribalta con Deiola e Pavoletti che firmano il 2-1 e il sorpasso. Cagliari che con questo successo sale a quota 13 punti momentaneamente a -3 dalla zona salvezza, mentre la Samp non decolla e resta ferma a quota 20. In pieno recupero cartellino rosso per Candreva che sarà costretto per squalifica a saltare la partita contro il Napoli di domenica. Buon punto per il Genoa che esce indenne dal Mapei: finisce 1-1 un match dominato dal Sassuolo che va sotto dopo una giocata pazzesca di Matteo Destro. Nella ripresa la riprende Berardi. E tra poco la partitissima Juventus-Napoli.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.