NIGERIA: TROVATA UNA DELLE STUDENTESSE RAPITE DA BOKO HARAM Anima Ali, questo il suo nome, si trovava nella foresta di Sambisa. Vicino al confine con il Camerun

594
boko haram chibok

E’ stata ritrovata la prima delle 200 ragazze rapite da Boko Haram a Chibok (Nigeria) nel 2014. Lo affermano degli attivisti, citati dalla Bbc online. L’associazione di Chibok BringBackOurGirls hanno confermato alla Bbc che la giovane, che risponde al nome di Amina Ali, è stata trovata ieri da un gruppo di vigilantes nella foresta di Sambisa, nello Stato di Borno, nei pressi del confine con il Camerun, una zona che passa per essere uno degli ultimi bastioni di Boko Haram. La ragazza è stata identificata da un civile che la ha riconosciuta. Le oltre 200 liceali furono rapite dagli islamisti nell’aprile del 2014 a Chibok, nel nordest della Nigeria.

Il 14 aprile 2014 i miliziani Boko Haram irruppero nei dormitori di una scuola superiore femminile di Chibok, nello stato di Borno, nord-est della Nigeria, e costrinsero 276 studentesse a salire sui camion. Alcune riuscirono a fuggire, in gran parte gettandosi dai mezzi. Delle altre 219 non si seppe più nulla. Per la loro liberazione si è mobilitata l’opinione pubblica internazionale. Tra le personalità di spicco che si sono mosse in prima persona per il rilascio ci sono la firts lady Michelle Obama e la giovane pachistana Malala Yousafzai, Nobel per la Pace.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS