News MANDURIA

MERCOLEDÌ 26 GIUGNO 2019, IN TERRIS

Manduria, morte di Stano: altri nove arresti, otto minori

Dalle carte emerge anche un nuovo episodio nei confronti di un'altra persona con disturbi mentali

GIUSEPPE CHINA
Antonio Stano
C
ontinua a spron battuto l'inchiesta della Procura di Taranto sulla morte di Antonio Cosimo Stano, il 66enne con gravi problemi psichici morto lo scorso 23 aprile. L'autorità giudiziaria ha emesso altre nove ordinanze, che coinvolgono otto minori. Nei loro confronti pendono le accuse di reati di tortura, lesioni, danneggiamento e violazione di domicilio aggravati, tutti commessi secondo l'accusa in concorso. Per gli inquirenti la motivazione alla base delle...
VENERDÌ 03 MAGGIO 2019, IN TERRIS

Omicidio Stano: in carcere anche i 2 maggiorenni

Gip: "Inclinazione alla consumazione di reati e completa assenza di freni inibitori"

MILENA CASTIGLI
Antonio Stano
I
l gip del Tribunale di Taranto non ha convalidato i fermi (ritenendo non sussistente il pericolo di fuga) dei due maggiorenni coinvolti nell'indagine sulle violenze compiute ai danni di Antonio Stano, il 66enne di Manduria morto il 23 aprile, ma ha emesso nei confronti dei due indagati un'ordinanza di custodia cautelare in carcere. Il giudice ha così condiviso il quadro accusatorio della Procura, anche in relazione al reato di tortura. "La misura della custodia...
VENERDÌ 03 MAGGIO 2019, IN TERRIS

Manduria, carcere per 6 minorenni

Lo ha deciso il gip del Tribunale dei minori. Ancora nessuna decisione sui due maggiorenni

REDAZIONE
La baby-gang in azione
D
ispiaciuti e provati: così sarebbero apparsi, davanti al gip del Tribunale dei minorenni di Taranto, gli aguzzini di Antonio Stano, il pensionato di Manduria vessato e bullizzato per lungo da tempo da un gruppo di 14 adolescenti, 12 minorenni. Il giudice delle indagini preliminari, Paola Morelli, non ha convalidato il fermo per la mancanza del pericolo di fuga, firmando tuttavia l'ordinanza di custodia cautelare in carcere per i sei minori (due 16enni e quattro 17enni) accusati...
MERCOLEDÌ 01 MAGGIO 2019, IN TERRIS

I video choc di Manduria e le prime testimonianze

Le inaudite torture su Antonio Stano raccontate dalla chat "Comitiva degli orfanelli"

GIUSEPPE CHINA
Le immagini del pestaggio
N
elle ultime ora sono emersi i primi particolari dell'inchiesta sulla tragedia di Manduria. Dove lo scorso 23 aprile è deceduto il 66enne con gravi disturbi psichici, Antonio Stano, che secondo la Procura di Taranto è stato ucciso per le violenze subite dalla baby gang che lo vessava ogni giorno e che faceva circolare su Whattsapp i video delle aggressioni.  Video © Fanpage - Immagini Polizia di Stato    Il contenuto delle...
MERCOLEDÌ 01 MAGGIO 2019, IN TERRIS

“Nel video c’è il mio fidanzato”: 16enne inchioda la baby gang

Uno dei fermati ha confessato alla polizia: "Urlava implorando di stare fermi"

MILENA CASTIGLI
Antonio Cosimo Stano e la sua abitazione
E'
stata una 16enne a fare coraggiosamente i nomi dei responsabili del pestaggio di Antonio Cosimo Stano, il pensionato di Manduria con problemi psichici picchiato, rapinato e bullizzato da un gruppo di alcuni giovani, molti dei quali minorenni, e morto il 23 aprile scorso. “In quel video c’è il mio fidanzato”, ha raccontato la ragazza agli agenti del commissariato della città salentina riferendosi al filmato in cui si vede l’uomo picchiato e deriso dalla...
MERCOLEDÌ 01 MAGGIO 2019, IN TERRIS

Don Buonaiuto al raduno Confsal: "Non lasciamo solo chi soffre"

Il direttore di In Terris ricorda Antonio Stano e si rivolge ai giovani: "Schieratevi con gli ultimi"

MATTIA DAMIANI
Don Aldo Buonaiuto sul palco di Piazza del Plebiscito con il segretario generale Confsal Raffaele Margiotta
F
a ancora una volta il pieno di presenze il raduno Confsal del Primo maggio, per il secondo anno di fila convocato a Piazza del Plebiscito a Napoli. Una manifestazione che ha messo al centro il lavoro ma anche il futuro dell'azione sindacale, inquadrata non come un percorso da compiere ognuno nella sua autonomia ma da pensare nell'ottica di un fronte unitario che orbiti attorno alla centralità comune, quella del lavoro appunto, come ha ricordato anche il segretario generale...
MARTEDÌ 30 APRILE 2019, IN TERRIS

Baby gang: 8 fermati, 6 sono minori

I reati ipotizzati dall Procura di Taranto sono tortura e sequestro di persona

FRANCESCO VOLPI
Procura di Taranto
O
tto persone, fra cui sei minori, sono state fermate perché considerate parte della cosiddetta "Comitiva degli Orfanelli", presunta responsabile del pestaggio di Antonio Cosimo Stano, il 65enne deceduto il 23 aprile scorso dopo essere stato picchiato e bullizzato da una baby gang a Manduria. I reati che la Procura contesta ai fermati sono quelli di tortura e sequestro di persona. I fermi Gli agenti di polizia della Questura di Taranto, a seguito delle indagini della...
LUNEDÌ 29 APRILE 2019, IN TERRIS

Il silenzio di Manduria che uccide

DON ALDO BUONAIUTO
Baby gang
"L
’abbiamo fatto per passare il tempo”, ha detto agli inquirenti uno dei ragazzi che ha vessato Antonio Stano. Sembra che molti sapessero da sempre quello che accadeva a questo “Gesù” trafitto da una spietatezza inaudita. Si parla di ripetute aggressioni con bastoni, pugni e calci a una persona del tutto indifesa. E’ l’intera società ad essere in pericolo se a 15 anni non si ha il minimo rispetto e nemmeno pietà verso una persona...
LUNEDÌ 29 APRILE 2019, IN TERRIS

Manduria, una baby gang con molti responsabili

Intervista alla psicologa Prof. Annamaria Giannini sulla morte di Antonio Stano

GIUSEPPE CHINA
L'abitazione di Antonio Cosimo Stano (nel riquadro)
I
l Paese è ancora sotto choc per quanto successo a Manduria, dove 14 giovani hanno bullizzato per mesi Antonio Cosimo Stano. Una persecuzione, fatta di minacce e violenze quotidiane, che venivano riprese e poi diffuse dagli stessi ragazzi su Whatsapp. Il 66enne - affetto da problemi psichici e spregiativamente soprannominato "pazzo", dopo un lungo ricovero in ospedale - è deceduto il 23 aprile scorso. In Terris ha sentito il parere, su quanto...
SABATO 27 APRILE 2019, IN TERRIS

Segregato e picchiato a morte dal branco: indagini a Manduria

Si cerca di far luce sul gruppo di 14 adolescenti accusati di aver seviziato e percosso un 66enne con disagi psichici

REDAZIONE
Nel riquadro, il 66enne vittima delle sevizie
U
na vicenda che lascia sgomenti quella avvenuta a Manduria, in provincia di Taranto, dove un gruppo di 14 adolescenti, quasi tutti minorenni, è finito sotto indagine per la morte di un 66enne ex dipendente dell'arsenale militare in servizio a Taranto, deceduto tre giorni fa in ospedale, dopo essere stato ritrovato dagli agenti della Polizia in stato critico legato a una sedia di casa sua. L'uomo, a quanto sembra, sarebbe stato seviziato e picchiato a morte dal branco...
NEWS
Fiorentina-Napoli 3-4. L'esultanza degli Azzurri
SERIE A

Show e polemiche al Franchi, il Napoli fa il pieno

Gli azzurri replicano alla Juve e si impongono 4-3 sulla Fiorentina, furiosa per un penalty assegnato a Mertens
Cristiano Ronaldo
CAMPIONATO DI CALCIO

Riparte la Seria A con Parma-Juventus

Da quest'anno regole più severe sui falli di mano e cartellini per gli allenatori
Protesta dei navigator in Campania
REDDITO DI CITTADINANZA

Sciopero della fame dei navigator

In Campania braccio di ferro tra i vincitori del concorso e il governatore
Aula scolastica
ISTRUZIONE

In classe per diventare buoni cittadini

Il 5 settembre l’educazione civica torna ad essere materia obbligatoria. Cosa cambia per la scuola
Scontri a Hong Kong
ASIA

Guerriglia urbana a Hong Kong: 1 ferito

Nuovo lancio di molotov e cariche della polizia sui manifestanti
Religioni per la pace
ECUMENISMO

Sostenere la campagna per l’abolizione delle armi nucleari

La dichiarazione finale della X Assemblea mondiale delle religioni per la pace di Lindau
Vescovato di Avellino
CAMPANIA

Avellino, bomba al vescovato: 3 feriti

Fermato un uomo: Nelson Lamberti, 49 anni, salernitano ma residente a Forino
Il vescovo Pompili durante la celebrazione ad Amatrice
COMMEMORAZIONE TERREMOTO 2016

Mons. Pompili: "Senza un progetto non si va da nessuna parte"

L'omelia del Vescovo di Rieti ad Amatrice nella messa per il terzo anno dal sisma del Centro Italia