GIOVEDÌ 22 MARZO 2018, 05:00, IN TERRIS


ITALIA

Delitti contro l'ambiente: Mezzogiorno più colpito

Legambiente: "Quasi la metà tra Campania, Calabria, Puglia e Sicilia"

REDAZIONE
Facebook Twitter Copia Link Invia Scrivici
crimini ambientali
crimini ambientali
“I

l 40-50% dei delitti contro l’ambiente vengono ancora commessi nelle regioni a tradizionale presenza mafiosa: Campania, Calabria, Puglia e Sicilia. Le mafie sono presenti anche al nord ma i reati avvengono in maniera diversa”. Lo ha detto oggi pomeriggio, a Foggia, Stefano Ciafani, di Legambiente, intervenendo - come riporta l'AgenSir - all’incontro al liceo classico “Lanza” su “Mafie d’ambiente: agromafie, ecomafie e caporalato”, nell’ambito della 23esima Giornata nazionale della memoria e dell’impegno nel ricordo delle vittime di mafia, organizzata da Libera.

Ciafani ha spiegato che "prima i reati contro l’ambiente erano considerati reati di serie B, per cui non potevano essere contrastati in maniera efficace”. Il 19 maggio 2015, però, si è arrivati all'approvazione della legge sui reati ambientali. “Ci dicono che la legge sta funzionando anche nelle regioni a tradizionale presenza mafiosa – ha affermato -, ma il contrasto alle ecomafie non si esaurisce con questa normativa”. Il problema degli eco-mostri che non vengono abbattuti, ad esempio, “dipende dal fatto che i comuni sono sotto ricatto elettorale o ricevono minacce. La competenza di abbatterli va quindi centralizzata allo Stato”.

Legambiente punta poi l'indice verso i “delitti contro la fauna e la flora protetta, come le corse di cavalli, i combattimenti dei galli, che sono ancora un business delle agromafie”. Di qui l'appello al prossimo Parlamento, affinché “possa fare ancora meglio della scorsa legislatura, che ha visto un record di leggi contro i reati ambientali”. Ha poi concluso invitando gli studenti ad “usare il telefonino per fotografare e denunciare, con giudizio, gli atti illegali di cui vengono a conoscenza. Le ecomafie si combattono anche così”.

Spazio al lettore: per commentare questo articolo scrivi a direttore@interris.it

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
TREVISO

Morta dopo aver scelto una chemio non invasiva per partorie

La notizia del tumore al seno durante la gravidanza. Le cure meno forti le consentono di diventare madre, ma muore tre mesi dopo
TASSE

Fino al 25 ottobre è possibile integrare il proprio “730”

Nel caso si sia dimenticata una deduzione o una detrazione, si ricorre al modello integrativo. Per i rimborsi o le compensazioni...
La vittima, Melissa Trotter, e a dx Larry Swearingen
USA

Pena di morte, nuova esecuzione in Texas

Le ultime parole del condannato: "Perdonali, non sanno quello che fanno"
L'epicentro del sisma
LAZIO

Terremoto, scossa nel Tirreno vicino Roma

Non sono stati riportati danni a cose e persone né sulla costa né nella Capitale
Ufficio comunale chiuso
PUBBLICA AMMINISTRAZIONE

Quota 100: oltre 10mila domande nella Pa

E' boom di richieste di pensionamento ma è allarme "rimpiazzi" in comuni e ospedali
Carabinieri del Ros in azione
GIARDINI NAXOS

Ndrangheta: arrestato il latitante Riitano

Era ricercato per traffico internazionale di stupefacenti ed altro