Santo del giorno - SANT'ANGELA MERICI, Vergine

Sant'Angela Merici, vergine. Nata nel 1474 a Desenzano del Garda (Brescia) in una povera famiglia contadina, entrò giovanissima tra le Terziarie francescane impegnandosi in opere di carità. Rimasta orfana di entrambi i genitori a 15 anni, partì per la Terra Santa. Qui avvenne un fatto insolito. Giunta per vedere i luoghi di Gesù, rimase colpita da cecità temporanea. Dentro di sé, però, vide una luce e una scala che saliva in cielo, dove la attendevano schiere di fanciulle.

Capì allora la sua missione, ritornò a Brescia, e qui stabilitasi presso la chiesa di S. Afra, nel centro della città, diede inizio nel 1535 alla nuova congregazione detta delle Orsoline. Le diede una sicura disciplina e regola di vita santa e la pose sotto il patrocinio di S. Orsola. Molte furono le vocazioni, così che in breve tempo le Orsoline si diffusero in Italia ed in tutta Europa, poi oltre oceano. Loro scopo è l'educazione delle giovani, la sua idea di aprire scuole per le ragazze fu rivoluzionaria per un'epoca in cui l'educazione era privilegio quasi solo maschile.

Morì a Brescia il 27 gennaio del 1540 e fu canonizzata da papa Pio VII il 24 maggio 1807; nel 1861 papa Pio IX ne estese il culto a tutta la Chiesa cattolica, che la celebra il 27 gennaio (in precedenza era ricordata il 31 maggio)

Accadde oggi

27 Gennaio

1820 - Il capitano della Royal Navy britannica Edward Bransfield avvista per la prima volta il continente antartico

1930 - Il fisico statunitense Ernest Lawrence progetta il primo acceleratore di particelle atomiche, il ciclotrone

Frase del giorno

"Ho passato la vita a guardare negli occhi della gente, è l’unico luogo del corpo dove forse esiste ancora un’anima" (José Saramago)