Polenta con gli ossibuchi: il freddo non fa paura

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:00

Il freddo è tornato a farsi sentire sulla Penisola e come al solito la cucina può darci una mano tenere botta. Questa settimana vi proponiamo un ricetta che affianca due cibi della tradizione settentrionale: la polenta e gli ossibuchi. Perché al nord di gelo se ne intendono

Ingredienti (per 4 persone)

Polenta istantanea – 400 g

Ossibuchi di vitello – 4

Sedano – 100 g

Carota – 100 g

Cipolla – 100 g

Farina – qb

Concentrato di pomodoro – 2 cucchiani

Salvia, alloro – qb

Prezzemolo – 1 ciuffetto

Olio extravergine d'oliva – qb

Burro – qb

Brodo – qb

Scorze di 1/2 limone

Pasta d'acciughe – qb

Preparazione

Tritate sedano, cipolla e carota. Infarinate gli ossibuchi. In una padella sciogliere il burro nell'olio e unire il trito di odori. Una volta realizzato il soffritto aggiungere gli ossobuchi, cuocendoli su entrambi i lati, girandoli di frequente. Unire la salvia e l'alloro e continuare a cuocere. Aggiungere il brodo e il concentrato. Lasciare sfumare. A questo punto mettere il preparato in una teglia e infornare per 90 minuti a 100 gradi. Nel frattempo tritare prezzemolo, acciughe scorze di limone. Sfornare, passare con un colino il fondo di cottura, rimettere sul fornello acceso – a fuoco basso – per 5/6 minuti. A questo punto preparate la polenta seguendo le indicazioni riportate sulla confezione. A cottura ultimata, impiattare gli ossobuchi, condire con il trito di prezzemolo, scorze di limone e acciughe. Affiancate la polenta e servite.

Buon appetito

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.