Agnello al finocchietto selvatico, il profumo intenso della natura

ULTIMO AGGIORNAMENTO 0:10
finocchietto selvatico
Agnello finocchietto selvatico e olive

La carne di agnello è una delle più prelibare che esistano. L’agnello è il figlio della pecora che ha superato lo svezzamento, ma non ha superato ancora i 12 mesi di età. La sua carne è dunque leggera, sostanziosa e altamente digeribile. In molti non ne gradiscono l’odore, considerato un po’ troppo forte, ma con questa ricetta il profumo intenso del finocchietto selvatico vi trasporterà con la mente ai profumi dei pascoli e della natura incontaminata.

Ingredienti per 4 persone:

1,5 kg di agnello
1 cipolla fresca
1 mazzetto di finocchietto selvatico
100 gr di olive verdi
1 bicchiere di vino bianco
Peperoncino
Sale
Olio

Preparazione dell’agnello al finocchietto selvatico

In una padella soffriggete la cipolla con un filo d’olio e il peperoncino, aggiungete la carne e fatela rosolare bene. Sfumate con del vino bianco, poi aggiungete il finocchietto tritato, il sale, il peperoncino e portare a cottura. Al bisogno, aggiungere un po’ di acqua calda e a fine cottura mettere le olive. Di contorno proponiamo un‘insalata dal tono deciso, con peperoni e cipolline fresche. Accompagnate il tutto con un vino adatto alla carne rossa ma delicata dell’agnello in padella. Noi vi consigliamo di accompagnare il tutto con un vino rosso giovane poco corposo. E buon appetito!

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: [email protected]
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.