Santelli (Regione Calabria): “Chiuso il comune di Fabrizia”

Sono 14 i centri isolati in Calabria. Si aggrava il bilancio nella casa di riposo Domus Aurea di Chiaravalle Centrale: 73 positivi tra anziani e operatori, 2 i decessi nella notte

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:47
Comune di Fabrizia, in provincia di Vibo Valentia (Calabria)

Il presidente della Regione Calabria, Jole Santelli, ha emanato l’ordinanza che dispone la chiusura del Comune di Fabrizia in provincia di Vibo Valentia. “Una misura – dice Santelli – che si è resa necessaria a seguito del numero di casi di positività al Coronavirus registrati negli ultimi giorni”. L’ordinanza, spiega la governatrice, “prevede il divieto di allontanamento dal territorio comunale da parte di tutte le persone presenti, riducendo drasticamente ogni possibilità di socializzazione, limitando al massimo ogni spostamento; il divieto di accesso nel territorio comunale; la sospensione delle attività degli uffici pubblici, fatta salva l’erogazione dei servizi essenziali e di pubblica utilità. Con l’ordinanza di oggi, 30 marzo, salgono a 14 i centri isolati in Calabria a causa dell’emergenza sanitaria del coronavirus. In totale, i positivi al coronavirus a Fabrizia sono attualmente sette e un morto, un 62enne deceduto lo scorso 25 marzo. In tutta la Calabria i casi positivi registrati aumentano di giorno in giorno. Prima di Fabrizia – centro di 2mila abitanti guidato dal primo cittadino Fazio Francesco di “Liberi e giovani con Fabrizia” – erano stati “blindati” Montebello Jonico, San Lucido, Cutro, Rogliano, Santo Stefano di Rogliano, Serra San Bruno, Melito Porto Salvo, Bocchigliero, Chiaravalle Centrale, Soverato, Cenadi, Torre di Ruggero, Vallefiorita. In tutta la Regione, secondo l’ultimo bollettino, sono 614 le persone contagiate, 25 quelle decedute.

Chiaravalle Centrale

Si aggrava inoltre il bilancio del contagio della casa di riposo Domus Aurea di Chiaravalle Centrale (sempre in Calabria, in provincia di Catanzaro) la residenza sanitaria assistenziale in cui si è registrata un’altissima percentuale di anziani e dipendenti positivi al Covid-19. Le ultime cifre giungono dagli esami eseguiti questa notte dal laboratorio di Microbiologia e Virologia dell’Azienda ospedaliera Pugliese Ciaccio di Catanzaro. Sono 73 le persone contagiate nella Rsa: 59 anziani e 13 dipendenti. Due anziani ricoverati in ospedali e provenienti dalla struttura sono deceduti questa notte all’ospedale Pugliese e al policlinico di Catanzaro. Si tratta di un anziano affetto da più patologie e di un’anziana.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.