Donna morta a Reggio Emilia, un fermato

Si tratterebbe dell'ex compagno, un 24enne di Parma che n precedenza era stato arrestato e processato per stalking ai danni della vittima. Era libero dal 4 novembre

ULTIMO AGGIORNAMENTO 18:53
Arte

I carabinieri di Reggio Emilia hanno fermato l’ex compagno di Juana Loayza, la donna di 34 anni peruviana trovata morta in un giardino pubblico nei pressi di via Patti, in una zona residenziale.

La vittima

Il corpo, riverso a faccia in giù, è stato segnalato verso le 10, a ridosso di una recinzione che delimita il confine tra il parco e un condominio. La donna era stata accoltellata, con una profonda ferita da arma da taglio al collo.

Il fermato

Si chiama Mirko Genco, 24enne di Parma, l’uomo che i carabinieri di Reggio Emilia hanno sottoposto a fermo. Ex compagno di Loayza, 34enne, sottoposto a interrogatorio avrebbe ammesso le proprie responsabilità. In precedenza era stato arrestato e processato per stalking ai danni della vittima. L’uomo era libero dal 4 novembre, giorno in cui è decaduta la misura cautelare in seguito al patteggiamento del giorno prima, nel processo per stalking ai danni della peruviana, a due anni con la sospensione condizionale, spiegano i carabinieri. Genco era stato arrestato il 5 settembre per atti persecutori e il 6, dopo la convalida dell’arresto, era stato scarcerato e sottoposto alla misura cautelare del divieto di avvicinamento. Il 10 settembre era stato nuovamente arrestato per violazione della misura, violazione di domicilio e ulteriori atti vessatori, ottenendo il 23 settembre gli arresti domiciliari fino al 4 novembre.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.