Mascherine alla maturità, Bianchi: “All’orale decide il presidente della Commissione”

Lunedì 13 giugno i ministri Bianchi e Speranza vedranno gli attori coinvolti per riflettere sulle regole antiCovid a scuola in vista di settembre

ULTIMO AGGIORNAMENTO 16:49
Il Ministro dell'Istruzione, Patrizio Bianchi

“Il presidente della Commissione decide se all’orale si può abbassare la mascherina. Se si è abbastanza lontano, se c’è un’aula molto grande, va benissimo, altrimenti potrebbe essere un problema; è il presidente che decide e va rispettato. Domandate al vostro presidente: dirà sì o no e giustificherà la scelta”, ha affermato il ministro dell’Istruzione Patrizio Bianchi.

Bianchi: “Atto di rispetto”

“Quando lo scorso anno abbiamo deciso di tornare tutti insieme a scuola abbiamo fatto un patto: una grande attenzione a me, al compagno di banco a chi c’è nell’aula. La mascherina è un atto di rispetto, di attenzione a chi è vicino, non deve essere vista come imposizione”, ha aggiunto Bianchi.

Costa: “Basta un decreto”

“Basta un decreto fatto anche all’inizio della settimana prossima. Mi auguro che si possa arrivare ad una sintesi”, ha afferma a Rai Radio1 il sottosegretario alla Salute Andrea Costa, in merito alla possibilità di effettuare gli esami di maturità senza l’utilizzo delle mascherine.

Giannelli (Anp): “Aspettiamo indicazioni”

“A me non sembra possa essere un presidente di commissione che possa decidere se la mascherina si tiene o no agli esami orali: o c’è una ragione sanitaria o non c’è. Un chiarimento dovrebbe arrivare dal ministero della Salute e poi il ministero dell’Istruzione darà indicazioni alle scuole sulla base delle decisioni del ministero della Salute. O c’è una norma primaria o la mascherina non si può imporre. Noi aspettiamo indicazioni“. Così all’Ansa il presidente dell’Associazione nazionale presidi Antonello Giannelli a proposito dell’uso delle mascherine agli esami orali di maturità e di terza media.

L’incontro

Lunedì 13 giugno alle 17 il ministro dell’Istruzione e quello della Salute Roberto Speranza si vedranno con l’Iss e gli altri attori coinvolti per iniziare a capire come la scuola deve comportarsi, relativamente alle regole antiCovid, in vista della ripresa a settembre. Non verranno prese decisioni ma lunedì ma si inizierà un cammino in vista del nuovo anno scolastico. “Prenderemo tutte le cautele rispetto all’incertezza che ancora c’è”, ha detto Bianchi intervenendo a Skuola.net.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.