Green Pass, nuove regole in arrivo. Tasso di positività al 12,7%

A partire dall'1 febbraio cambieranno ancora le regole del Green Pass. La certificazione sarà necessaria anche per le Poste

ULTIMO AGGIORNAMENTO 22:00
Green Pass regole

Un giorno all’ennesimo giro di boa per quanto riguarda la gestione dell’emergenza Covid. A partire dall’1 febbraio, infatti, saranno introdotte nuove regole e non solo in relazione ai colori delle Regioni. Il Green Pass sarà oggetto di ulteriori variazioni e questo significa restrizioni più severe in vista per coloro ancora non immunizzati contro il virus. La giornata di martedì, in questo senso, rappresenterà una data limite. Il certificato verde vedrà ulteriormente ridotta la propria durata (da 9 a 6 mesi) e sarà obbligatorio per l’ingresso in qualsiasi attività, dagli uffici della Pubblica amministrazione agli esercizi commerciali. Inoltre, il ciclo vaccinale diventerà obbligatorio per tutti gli over 50. Pena, delle sanzioni anche piuttosto pesanti, come previsto dalle normative introdotte.

Green Pass, cosa cambia

La riduzione del Green Pass, in realtà, era già stata prevista dal decreto Festività per la gestione del rischio durante Natale e Capodanno. Più severe, invece, le disposizioni per quel che riguarda l’accesso a negozi e uffici vari, dove sarà richiesto di presentare il QR Code. Non si tratta però della versione “super”, bastando infatti il Green Pass ottenibile, oltre che con il vaccino, anche con tampone o certificato di guarigione. Da ricordare che l’obbligo sarà esteso anche alle banche, alle Poste e agli esercizi come le librerie. Gli esercenti non sono tenuti obbligatoriamente alla verifica ma i controlli possono essere effettuati a campione. Uniche eccezioni, gli esercizi di generi indispensabili, come gli alimentari, i distributori di carburante, farmacie e parafarmacie, ottiche e negozi di articoli igienico-sanitari.

Covid, i dati di oggi

Nel frattempo, prosegue il monitoraggio sull’andamento della pandemia in Italia. Nelle ultime 24 ore sono stati riscontrati 104.065 nuovi contagi da Covid, secondo i dati riportati dal Ministero della Salute. Cifra che porta il tasso di positività al 12,7%, quindi in calo rispetto alla giornata di sabato (13,7%). Il numero dei tamponi effettuati si è attestato a 818.169 (sabato erano stati 999.490), mentre quello delle vittime resta elevato: 235 nell’ultima giornata. Le terapie intensive sono 1.593, 5 in più rispetto alla giornata di sabato, con 95 ingressi giornalieri. In 19.617 sono ricoverati nei reparti ordinari.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.