Due incidenti con trattori, 70enne perde la vita nell’aretino

Nel foggiano un agricoltore di 67 anni ha riportato un trauma toracico ed è stato ricoverato Policlinico Riuniti di Foggia, non è in pericolo di vita

ULTIMO AGGIORNAMENTO 23:14
Carabinieri omicidio Varese

Due incidenti in un giorno che vedono coinvolti mezzi agricoli. Un uomo di settant’anni è morto questa sera, intorno alle 20, nell’aretino, quando il trattore su cui si trovava si è ribaltato, schiacciandolo. Un evento molto simile, ma per fortuna senza vittime, si è verificato questa mattina a Deliceto, nel foggiano, ai danni di un agricoltore di 67 anni.

Il decesso

L’incidente che ha avuto esito fatale è avvenuto a Basilica, frazione di Sansepolcro, in provincia di Arezzo. Secondo quanto si è appreso, l’uomo stava lavorando con il suo trattore quando, per cause da accertare, il mezzo si è ribaltato e l’uomo vi è rimasto incastrato. All’arrivo dei soccorsi del 118 il 70enne non rispondeva. È stato attivato l’elicottero Pegaso, presenti anche i vigili del fuoco con una squadra e l’elicottero Drago. Dopo essere stato estratto da sotto il trattore l’uomo è stato subito visitato dal medico che ha potuto solo constatarne il decesso. Sul posto i carabinieri per far luce sull’incidente.

Trauma toracico

Un agricoltore di 67 anni è rimasto ferito questa mattina in un incidente sul lavoro: l’uomo stava arando il terreno a Deliceto, nel Foggiano, quando il suo trattore si è ribaltato. Il 67enne non è in pericolo di vita e ha riportato un trauma toracico. E’ ricoverato al Policlinico Riuniti di Foggia dove è giunto con l’elisoccorso. Sul luogo dell’incidente hanno operato i carabinieri che stanno cercando di ricostruire la dinamica dell’incidente.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.