Covid, in calo sia i nuovi casi che i decessi

Questa settimana una sola regione, la Puglia, è classificata a rischio moderato, le altre 20 regioni e province autonome a rischio basso

ULTIMO AGGIORNAMENTO 18:13
Covid
Db Milano 26/03/2021 - prevenzione diffusione Coronavirus / foto Daniele Buffa/Image nella foto: vaccinazione anti-Covid 19 Drive Through

Diminuiscono i nuovi casi giornalieri di positività al Covid individuati nel nostro Paese, così come i decessi, secondo gli ultimi dati del Ministero della Salute. Un’unica regione, la Puglia, è classificata a rischio moderato, mentre le altre regioni e province autonome a rischio basso, in base gli indicatori del monitoraggio settimanale dell’Istituto superiore di Sanità-Ministero della Salute.

I dati

I nuovi casi Covid registrati nelle ultime 24 ore sono 24.691, quando ieri erano stati 27.296, mentre i decessi scendono da 147 a 124.

In un giorno sono stati effettuati 158.905 tamponi, molecolari e antigenici,  e il tasso di positività è sceso dal 16,3% all’odierno 15,5%.

Calano di otto unità i pazienti in terapia intensiva, 260, mentre i ricoverati nei reparti ordinari sono invece 6.782 (243 in meno).

Il rischio

Questa settimana una sola Regione, la Puglia, è classificata a rischio moderato, mentre le restanti 20 Regioni e Province autonome sono classificate a rischio basso. Lo evidenziano i dati sugli indicatori decisionali del monitoraggio settimanale Iss-ministero della Salute relativo all’andamento dell’epidemia di Covid.

Rezza

“Anche questa settimana continua a diminuire il numero di nuovi casi di Covid nel nostro Paese” e “c’è una tendenza alla diminuzione della congestione delle strutture sanitarie. Il virus continua a circolare nonostante il periodo estivo, ma l’incidenza è più bassa rispetto a quella di alcune settimane fa; è bene però fare il solito richiamo alla prudenza soprattutto in presenza di grandi aggregazioni, e al senso di responsabilità individuale. E ricordiamo la forte raccomandazione alla vaccinazione per gli over60 e per i fragili”. Così il direttore Prevenzione del ministero della Salute Gianni Rezza, sul monitoraggio settimanale.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.