Pubblica amministrazione, rientro negli uffici dal 15 ottobre

In quella stessa data scatta l'estensione di obbligo del certificato verde rivolto al mondo del lavoro, pubblico e privato

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:07
Il ministro della pubblica amministrazione (pa), Renato Brunetta

A partire dal prossimo 15 ottobre i dipendenti pubblici torneranno a lavorare in presenza in modalità, in base al decreto ministeriale firmato dal presidente del Consiglio dei ministri Mario Draghi. Lo ha affermato il ministro della Pubblica amministrazione Renato Brunetta. Il 15 ottobre è anche la data in cui entra in vigore l’estensione dell’obbligo di green pass per il mondo del lavoro, pubblico e privato.

Rientro negli uffici

“Con la firma del presidente del Consiglio decreto che fa cessare il lavoro agile come modalità ordinaria di svolgimento della prestazione lavorativa nella Pubblica amministrazione”, ha dichiarato Brunetta. Il ministro ha aggiunto con un “successivo decreto ministeriale” saranno fornite le indicazioni operative per consentire che “il rientro negli uffici sia rispettoso delle misure di contrasto al Covid-19 e coerente con la sostenibilità del sistema dei trasporti“.

Smart working

Brunetta ha inoltre annunciato che nei nuovi contratti pubblici sarà contenuta “una regolazione puntuale dello smart working”.”Entro il 31 gennaio 2022 ogni amministrazione dovrà presentare il Piano integrato di attività e organizzazione, all’interno del quale confluirà il Pola per il lavoro agile” ha spiegato il ministro.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.