Istruzione, il ministro Madia annuncia: “Dal Cdm via libera alle assunzioni nelle scuole”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 19:57

Buone notizie sul fronte delle assunzioni negli istituti scolastici: il ministro della Pubblica amministrazione, Marianna Madia, ha infatti fatto sapere via Twitter che il Consiglio dei ministri ha dato il via libera all’assegnazione di 58.348 posti che verranno stabilizzati nel comparto dell’istruzione a decorrere dal primo settembre prossimo e riguarderanno insegnanti (52 mila posti), dirigenti scolastici (259) e personale Ata (6.260). Il Cdm ha dunque approvato non uno ma ben tre decreti con i quali concede il lasciapassare al programma di assunzioni. Come spiegato dalla stessa Madia, i decreti saranno a breve pubblicati sulla Gazzetta Ufficiale ‘previa’ registrazione da parte della Corte dei Conti.

L’annuncio di Madia

L’argomento assunzioni era stato già affrontato dalla titolare all’Istruzione Valeria Fedeli che, circa un mese fa, aveva annunciato 51.773 cattedre a disposizione per il venturo anno scolastico. Nell’annuncio odierno, il ministro Madia ha inoltre spiegato come la Pubblica Amministrazione sia orientata ad assunzioni selettive, in grado cioè di rispondere alle esigenze del turnover e del funzionamento dei servizi. Per questo, già a partire dalla scorsa settimana, il Ministero dell’Istruzione ha optato per gli straordinari, cercando di rispettare la data limite del 14 agosto per completare l’organico degli insegnanti per l’anno scolastico 2017-2018. Anche il ministro Fedeli aveva annunciato che, entro tale data, le assunzioni sarebbero state definitivamente completate.

Progetto “diploma in 4 anni”

A quanto pare, un accordo raggiunto tra il Ministero dell’Economia e quello dell’Istruzione, ha consentito di toccare la suddetta soglia delle potenziali assunzioni trasformando circa 15.100 posti di fatto, assegnati ogni anno a supplenti, in un identico numero di posti dell’organico di diritto. Assieme alle assunzioni, inoltre, per 100 classi partirà il programma innovativo del diploma in 4 anni, un Piano nazionale di sperimentazione che coinvolgerà, indifferentemente, licei e istituti tecnici: per presentare le domande di adesione, dopo la pubblicazione del bando che avverrà fra circa un mese, ci sarà tempo dall’1 al 30 settembre 2017.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.