Serbia-Albania, l’incontro dopo 68 anni: subito scintille sul Kosovo

ULTIMO AGGIORNAMENTO 19:00

Dopo 68 anni di gelo, il premier albanese Edi Rama è arrivato oggi a Belgrado: ma l’incontro con l’omologo serbo Aleksandar Vucic ha già creato qualche scintilla, sollevando subito le questioni spinose che alimentano il conflitto fra i due Paesi. Il leader albanese, infatti, in conferenza stampa, ha subito detto: “La questione del Kosovo è risolta, ora è un Paese indipendente”.

“Non mi aspettavo una tale provocazione – ha detto Vucic – Sono dispiaciuto del fatto che Rama abbia utilizzato questa occasione per parlare di temi non concordati. Questo non posso consentirlo, ed è mio compito non permettere a nessuno di umiliare la Serbia a Belgrado”. Il premier serbo, visibilmente contrariato, ha aggiunto: “Non so quale collegamento abbia Rama con il Kosovo. Il Kosovo è parte della Serbia secondo la costituzione, e non ha mai avuto e non avrà alcun rapporto con l’Albania”.

Malgrado l’incontro non si sia aperto con i migliori auspici, Vucic ha poi detto di voler continuare i colloqui con Rama, la cui visita a Belgrado segna “un nuovo inizio nei rapporti tra Serbia e Albania”. Il premier serbo ha riconosciuto che il colloquio con il collega albanese non è stato facile: sono convinto che i problemi comuni potranno essere risolti: la soluzione può avvenire solo per via negoziale”. Questa visita, ha spiegato il leader serbo, “segna un nuovo inizio, e spero che i rapporti pragmatici tra Serbia e Albania si concentreranno sul progresso non solo delle nostre relazioni politiche ed economiche ma anche sui rapporti nell’intera regione”.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: [email protected]
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.