“Non c'erano terroristi tra i migranti arrestati”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:50

Stavano per salire su un gommone diretto in Italia, quando sono stati fermati e arrestati dalla polizia tunisina. Erano un gruppo di giovani, tra cui nove salafiti che la stampa italiana ha descritto come jihadisti. Ora, arriva però una smentita direttamente dalla Tunisia. Houssem Jebabli, portavoce della Guardia nazionale del Paese nordafricano, ha dichiarato all'emittente radiofonica tunisina Mosaique Fm che le persone arrestate il 13 agosto “non progettavano atti di terrorismo contro l’Italia”. Lo riporta AgenziaNova.

In questo modo Jebabli ha inteso smentire notizie diffuse in Italia secondo cui tra gli arrestati vi erano dei terroristi. Tale ricostruzione si basava sulla presenza di nove salafiti, ossia fedeli a un’interpretazione integralista dell’Islam, nel gruppo degli arrestati resa nota dalle stesse autorità tunisine. Il portavoce della Guardia nazionale tunisina ha precisato che i migranti arrestati “volevano fuggire dalla Tunisia alla ricerca di una vita migliore” e “nessuno di loro è sospettato di legami con gruppi terroristici”

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.