LUNEDÌ 11 NOVEMBRE 2019, 05:00, IN TERRIS

L’esperienza di Lula, un avvertimento per i democratici

RAFFAELE BONANNI
Facebook Twitter Copia Link Invia Scrivici
Luiz Inacio Lula da Silva
Luiz Inacio Lula da Silva
L'

esperienza amara di Luiz Inacio Lula da Silva, ex presidente della Repubblica brasiliana, credo che debba essere ben analizzata da ogni persona che ama la democrazia e vuole preservarla da tentativi di soffocamento. La sua storia, insegna come si possa piegare la realtà al volere di poteri interni ed esterni oscuri, a dispetto della volontà dei cittadini, attraverso sistemi subdoli e opachi con la complicità di persone infedeli che svolgono funzioni delicate nei gangli vitali dello Stato. L’ex presidente operaio, con la sua opera tenace ed intelligente, ha il merito di aver traghettato in breve tempo il Brasile dalla povertà a potenza economica mondiale. Ha svolto un ruolo rilevante anche nello scacchiere mondiale, grazie ad alleanze con i grandi paesi recentemente sviluppati, combattendo per cambiare le regole di funzionamento del potere finanziario e intervenendo con decisione con i cinesi, russi e indiani sulle modalità di pagamento dei commerci di questi paesi alleati, attraverso soluzioni a scavalco del dollaro Usa. Questo protagonismo contro corrente, unitamente a una leadership indiscussa in Sudamerica che ha compromesso equilibri antichi di poteri forti esterni ed interni, è convincimento di molti, sia stato alla base del tentativo di screditarlo e di estrometterlo dalla vita politica nazionale. Certo, è singolare che a incriminarlo per presunta corruzione sia stato un giudice legato ad una superpotenza straniera, che da solo, e con un manipolo di poliziotti, per lunghissimo tempo ha costruito un teorema anti-Lula. Peraltro, la stampa brasiliana ha ben riportato intercettazioni telefoniche del Giudice Moro con altri giudici (che peraltro l’attuale Presidente Bolsonaro ha nominato Ministro della Giustizia), che dimostrano quello che in Brasile urlano nelle piazze, essere stato un complotto. Lo stesso arresto avvenuto l’anno scorso prima delle elezioni presidenziali, che lo vedevano favorito, ha ancor più ha rafforzato la convinzione popolare di un disegno oscuro tramato ai danni della democrazia. Ma penso che se Lula è stato scarcerato, lo si deve allo sdegno grandissimo espresso dai cittadini, che hanno fatto sentire la propria voce dal primo giorno dell’arresto, fino alla scarcerazione.

In questa epoca storica di grandi cambiamenti, il funzionamento delle democrazie può facilmente essere piegato a interessi antipopolari. Ci sono realtà oscure sul piano mondiale che operano per consolidare il proprio potere a qualsiasi costo; l’indebolimento delle formazioni politiche a carattere popolare, il loro obiettivo principale per privare le democrazie della linfa vitale. Ecco perché gli accadimenti brasiliani possono essere importanti anche per noi, che abbiamo visto in poco tempo tutte le forze politiche partecipate nel passato estinguersi sotto colpi sferrati con le stesse dinamiche, con risultati negativi, ora ben visibili per gli interessi dei cittadini e per la saldezza della Democrazia.

Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 


Scrivi il tuo commento

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
Rovine a Idlib
LA TRAGEDIA

Siria, raid aerei sulle scuole di Idlib

Strage durante un bombardamento: almeno 25 vittime secondo StC, fra le quali una bimba di 9 anni
Giuseppe Conte e Luca Ceriscioli
CORONAVIRUS

Le Marche chiudono le scuole, il governo impugna l'ordinanza

Provvedimento firmato dal presidente Ceriscioli per via di un caso a Cattolica. Scontro fra Regione ed esecutivo
L'alto rappresentante per gli Affari esteri e la politica di sicurezza dell'Unione europea, Josep Borrell, durante una conferenza stampa a Bruxelles, febbraio 2020 - Foto © AP
BRUXELLES E TRIPOLI

Libia, l'ok dell'Ue alle prove di pace

Dopo le recenti tensioni fra governo e milizie locali, una piccola speranza alla vigilia dei colloqui
Attilio Fontana e Giuseppe Conte
L'EPIDEMIA

Coronavirus, appello all'unità dopo le tensioni

Conte critico sull'ospedale di Codogno, scatena l'ira della Lombardia. Poi l'invito alla calma. Fontana sul virus:...
Regno Unito
L'EPIDEMIA

Regno Unito, quarantena per chi arriva dal Nord Italia

Provveidmenti anche nei Paesi Bassi. Il Kuwait ferma il traffico aereo con il nostro Paese, stop alle gite da Croazia, Grecia e...
Un vigile del fuoco salva un koala dalla foresta in fiamme
SCIENZA

Australia, gli scienziati: "Incendi senza precedenti"

I dati choc su una rivista scientifica: la peggiore in 230 anni di storia coloniale
VITA

La preghiera a Maria che ha commosso tutta Palermo

Scritta nella notte davanti al reparto di Oncologia, racconta della rinascita di una donna dopo il cancro
Il Magic Bus dove Chris McCandless visse gli ultimi mesi della sua vita
LA DISAVVENTURA

Tentano di raggiungere il Magic Bus: tragedia sfiorata in Alaska

Cinque escursionisti italiani soccorsi dopo essersi smarriti sullo Stampede Road: tornavano dal bus di Into the Wild
L'EPIDEMIA

Coronavirus, in Iran altri 3 decessi: sale a 15 il bilancio delle vittime

L'ayatollah Yussef Sanei ha invitato a evitare le moschee nel nome della Sharia e del buon senso
Hosni Mubarak, ex presidente dell'Egitto, assiste a una cerimonia davanti al monumento del Milite Ignoto a Mosca, 2008 - Foto © Misha Japaridze per AP
EGITTO

È morto Mubarak, il leader deposto dalla Primavera Araba

Protagonista della ricrescita economica dell'Egitto, dal 2011 ebbe numerosi processi
Il Premier Conte all'arrivo presso la sede della Protezione CIvile
SUMMIT ALLA PROTEZIONE CIVILE

Conte sul Coronavirus: "No a drammatizzazioni o allarmismi"

Il Premier: "Protocollo condiviso con tutti per evitare di andare in ordine sparso"
Un frame della trasmissione Storie Italiane andata in onda il 25 febbraio - Foto © Rai
STORIE ITALIANE

Coronavirus, Don Buonaiuto: "La responsabilità miglior antidoto"

Ospite della trasmissione Rai, il sacerdote ha fatto appello alla solidarietà nell'emergenza. Forti le sue parole sul...
L'EPIDEMIA

Coronavirus, negli Usa vaccino sperimentale pronto per i test

La sperimentazione clinica dovrebbe iniziare entro la fine di aprile su circa 20-25 volontari sani
Dia
DDA REGGIO CALABRIA

'Ndrangheta: chiesto l'arresto per un senatore di Forza Italia

Legami con la cosca "Alvaro" di Sinopoli: 65 arresti tra cui un consigliere regionale
Migrante
AMERICA LATINA

Al via la campagna quaresimale della Fraternità 2020

Aiuto ai migranti, difesa della vita e riconciliazione nazionale i temi centrali
IMPRESE

Così l'Italia inventa vie d'uscita dalla crisi

Boom di brevetti industriali. Tre regioni creano il 60% delle innovazioni produttive di tutta Europa