Incendi: dichiarato lo stato di pericolo “catastrofico”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 6:35

Prosegue ai massimi livelli l'emergenza incendi in tre stati dell'Australia: in New South Wales dove è stato dichiarato lo stato di pericolo 'catastrofico' nell'area periferica di Sydney e nelle regioni limitrofe; al nord in Queensland, e con minore estensione e intensità in Western Australia. In questa stagione degli incendi ancora agli inizi, oltre un milione di ettari di territorio sono rimasti finora inceneriti in un continente in preda a una grave siccità, pari al totale delle tre stagioni precedenti, scrive Ansa. 

Vittime e dispersi

Almeno tre persone sono morte e molte altre risultano disperse in particolare nel Nuovo Galles del Sud, lo stato di Sidney più colpiro dai roghi. Più di 150 abitazioni sono state distrutte dalle fiamme e alcune migliaia di persone sono state evacuate. Gladys Berejiklian, la premier del Nuovo Galles del Sud, ha detto che con ogni probabilità il numero di morti aumenterà quando il terreno sarà di nuovo accessibile. Molti degli incendi si sono sviluppati in zone che stanno attraversando un periodo di siccità e sono stati favoriti da forti venti e da temperature fino a 35°C.  Già venerdì le autorità australiane avevano parlato degli incendi in corso come di una un’emergenza “senza precedenti”, e ne avevano individuati 15 altamente pericolosi. Allo spegnimento degli incendi stanno lavorando più di mille vigili del fuoco e si stanno utilizzando circa 70 aerei.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: [email protected]
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.