ITALIA



VENERDÌ 24 MAGGIO 2019, IN TERRIS

Parla Sabella: "Io, un cacciatore di mafiosi"

Il magistrato: "Dopo Capaci partì la riscossa. A Ostia ero pedinato. Tangentopoli non è mai finita"

LUCA LA MANTIA
Alfonso Sabella
"L
a strage di Capaci ebbe un impatto devastante sulla vita tutti i magistrati in Sicilia, compresi quelli che, in quel momento, non si occupavano di mafia, come me. Anche perché arrivò poco dopo l'omicidio di Rosario Livatino. Capimmo di essere tutti in pericolo. Cosa Nostra aveva cambiato la sua politica, aveva deciso di colpire lo Stato, e noi ne facevamo parte". Alfonso Sabella ricorda gli anni più duri di una carriera di trincea. Perché occuparsi di mafia...
VENERDÌ 24 MAGGIO 2019, IN TERRIS

Salvini: "Sbaglia chi fischia il Papa"

Il vicepremier torna a "Otto e mezzo" sul comizio in Piazza Duomo e i fischi al Santo Padre

MATTIA DAMIANI
Matteo Salvini
"C
hi ha fischiato Papa Francesco in piazza ha sbagliato". Lo ha detto il vicepremier e ministro dell'Interno, Matteo Salvini, nel corso di un'ospitata alla trasmissione "Otto e mezzo" su La7. E' in questa occasione che il leader della Lega è tornato su quanto accaduto in Piazza Duomo, a Milano, quando la folla di ascoltatori del suo comizio di chiusura del percorso di avvicinamento alle elezioni del 26 maggio, ha levato dei fischi contro il Santo Padre non appena...

GIOVEDÌ 23 MAGGIO 2019, IN TERRIS

Abuso d'ufficio, attrito fra Salvini e Di Maio

Il ministro dell'Interno è per la revisione, il collega fa muro e chiede l'accelarazione sul dl Famiglie

MATTIA DAMIANI
Luigi Di Maio e Matteo Salvini
E'
bagarre continua all'interno della maggioranza che, dopo lo slittamento del Cdm che avrebbe dovuto definire i decreti su Sicurezza e Famiglia, sposta l'attenzione sui possibili scenari del dopo voto, visto che il Consiglio andrà ormai a svolgersi quando gli esiti delle Europee saranno ormai ben chiari. Su questo punto, il vicepremier Matteo Salvini è stato categorico: se la Lega uscirà vincitrice, automaticamente la priorità diventerà la flat tax, o...
GIOVEDÌ 23 MAGGIO 2019, IN TERRIS

Radio Radicale: lunedì si decide?

Di Maio: "Una soluzione si può trovare". Ieri l'appello di Renzi. Di Battista: "Chiedete a George Soros"

GIACOMO DE SENA
Redazione di Radio Radicale
C
ontinua a tener banco la vicenda di Radio Radicale, non tanto presso l'opinione pubblica quanto tra i palazzi della politica e nel mondo del giornalismo. Sulla storica emittente di partito pesa la decisione del governo, confermata dal sottosegretario all'Editoria Vito Crimi, di non voler rinnovare la concessione a trasmettere le sedute del Parlamento in quanto - spiega Crimi - Radio Radicale "da 25 anni un servizio senza alcun tipo di gara e valutazione...

GIOVEDÌ 23 MAGGIO 2019, IN TERRIS

Mattarella: "Lo Stato si inchina alle vittime"

Al via le commemorazioni per i 27 anni dalla morte del magistrato Giovanni Falcone

MILENA CASTIGLI
Il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella
"A
27 anni dalle stragi di Capaci e di via D'Amelio legate dalla medesima, orrenda strategia criminale, la Repubblica si inchina nel ricordo delle vittime e si stringe ai familiari". E' quanto detto stamattina dal presidente della Repubblica Sergio Mattarella ai 1.500 studenti presenti sulla Nave della Legalità e a quelli siciliani presenti al porto di Palermo che, in migliaia, si sono riuniti e hanno dato il via alle commemorazioni per i 27 anni dalla morte di Giovanni...
GIOVEDÌ 23 MAGGIO 2019, IN TERRIS

Niente Cdm, il Sicurezza bis slitta al dopo-elezioni

Conte: "Complicato tenerlo ora, Salvini e Di Maio d'accordo". Giorgetti sull'esecutivo: "Così non si va avanti"

MATTIA DAMIANI
Giuseppe Conte con i due vicepremier
N
ulla di fatto per il decreto Sicurezza, nemmeno dopo la revisione dei suoi punti salienti. E, nonostante il vicepremier Salvini abbia perorato la causa del dl spiegando a "Porta a porta" che "alcune criticità sono state superate in questo testo" e che "è pronto ed è a prova di approvabilità", il Consiglio dei ministri è slittato e l'approvazione del testo con lui: "Se per motivi non tecnici ma di altra natura - ha detto...

MERCOLEDÌ 22 MAGGIO 2019, IN TERRIS

"Così la mafia decise di uccidere Falcone"

Ventisette anni fa la strage di Capaci. Ne abbiamo parlato col prof. Enzo Ciconte

LUCA LA MANTIA
Il tratto autostradale presso Capaci subito dopo l'esplosione
U
na colonna rosso sangue sulla Palermo-Mazzara del Vallo, all'altezza di Capaci, ricorda quel 23 maggio 1992 in cui la guerra dichiarata da Cosa Nostra allo Stato raggiunse la sua fase più drammatica. Un attentato - quello nel quale rimasero uccisi Giovanni Falcone, la moglie Francesca Morvillo e 3 uomini della scorta - su cui ancora oggi le nebbie non si sono del tutto diradate. Ma che storicamente - assieme alla successiva strage di via D'Amelio in cui morì...
MARTEDÌ 21 MAGGIO 2019, IN TERRIS

Sicurezza bis, via il riferimento al soccorso dei migranti

Nuova bozza che punta a risolvere le criticità palesate dal Colle. Il Viminale: "Ora l'approvazione"

EDITH DRISCOLL
Migranti
C'
è la nuova bozza del decreto Sicurezza bis, sul quale erano emerse perplessità del Quirinale in merito ad alcuni punti, palesate da Giuseppe Conte nel corso del Consiglio dei ministri di ieri sera. E nel testo rivisto c'è qualche novità, a cominciare dalla revisione del riferimento agli interventi di soccorso ai migranti, mentre restano le multe alle navi che non rispettano le normative le quali, dalle sanzioni previste per tutte quelle...

MARTEDÌ 21 MAGGIO 2019, IN TERRIS

Bocciata la ricetta pro-famiglia di Fontana

L'aumento del Bonus Bebè non passa al vaglio dell'ammissibilità. Lega pronta al ricorso

GIACOMO DE SENA
Lorenzo Fontana
N
on ci sono coperture. E così l'atteso aumento del Bonus bebè, inserito in un emendamento al Dl Crescita la scorsa settimana, è stato bocciato. La proposta del ministro della Famiglia, Lorenzo Fontana, non ha passato il vaglio dell'ammissibilità nelle commissioni Bilancio e Finanze della Camera. Resta invece l'altro emendamento, sempre presentato dalla Lega, che chiede di introdurre una detrazione fiscale ad hoc per l'acquisto di latte e pannolini. I...
MARTEDÌ 21 MAGGIO 2019, IN TERRIS

Sicurezza bis, perplessità del Colle

Conte segnala l'altolà provvisorio del Quirinale anche al dl Famiglia. Salvini insiste: "Criticità? Attendo di sapere quali"

MATTIA DAMIANI
Palazzo Chigi
S
i chiude con un nulla di fatto, perlomeno sul dl Sicurezza bis, il concitato Consiglio dei ministri andato avanti fino a mezz'ora dopo la mezzanotte. L'esame sul decreto supportato dal ministro dell'Interno, Matteo Salvini, è stato rinviato per sopraggiunte "criticità sollevate dal Colle". Tutto rimandato a tempi migliori quindi, con Salvini che, dapprima contrariato, finisce per prendere atto delle perplessità palesate dal Quirinale, mettendo un punto...

NEWS
EXTRATERRESTRI

Stati Uniti alla ricerca degli Ufo

Nel Paese americano le osservazioni sui dischi volanti non sono mai terminate
Narendra Modi
INDIA AL VOTO

Modi a valanga: trionfo storico

Nuova affermazione del partito del premier, smentiti i sondaggi
Julian Assange
IL CASO

Usa contro Assange: 17 capi d'accusa

Il fondatore di WikiLeaks nel mirino secondo le norme dell'Espionage Act
Bandiera dei Paesi Bassi
ELEZIONI EUROPEE

L'Olanda ha votato, gli exit-poll premiano i laburisti

Al partito PvdA andrebbero addirittura 5-6 seggi, battuti Rutte e il Forum per la Democrazia

Elezioni europee, ecco cosa dicono i leader cattolici

In vista del voto di domenica, associazioni e movimenti si mobilitano per dare vita a una nuova Europa
Polizia e manifestanti a Genova
EUROPEE

Genova, scontri al corteo antifascista

Gli antagonisti sono venuti in contatto con le Forze dell'ordine, mentre cercavano di raggiungere il comizio di CasaPound
Uno smartphone Huawei
CINA

Huawei avrà un suo sistema operativo

L'azienda sicura: il competitor di Android tra l'autunno e la primavera 2020
I ragazzi del Fridays For Future

Il viaggio fra i ragazzi italiani del FridaysForFuture

Domani lo sciopero nazionale, ecco una panoramica del movimento vicino a Greta
Ambulanza
ORRORE IN VIA RICCIARELLI

Milano, bimbo di due anni morto in casa: il padre confessa

L'uomo è un 25enne di origini croate: "Non riuscivo a dormire. Mi sono alzato e l'ho picchiato"