Ultras Cagliari: perquisizioni e 33 misure cautelari tra gli “Sconvolts 1987”

Gli indagati sono accusati, a vario titolo, di associazione per delinquere finalizzata alla commissione di diversi reati contro l'ordine pubblico, la persona e il patrimonio, commessi in occasione di manifestazioni sportive e spaccio di stupefacenti

ULTIMO AGGIORNAMENTO 8:39
Db Cagliari 15/05/2022 - campionato di calcio serie A / Cagliari-Inter / foto Daniele Buffa/Image Sport nella foto: tifosi Cagliari

La Polizia di Stato ha eseguito stamane 33 misure cautelari emesse dal Gip del Tribunale di Cagliari nei confronti di appartenenti al gruppo ultras cagliaritano “Sconvolts 1987”. Sono ancora in corso decine di perquisizioni grazie a oltre 200 poliziotti con il supporto di un elicottero del VII Reparto Volo di Oristano, di unità cinofile antidroga ed antiesplosivo, del Reparto Prevenzione Crimine Sardegna e della Polizia Scientifica.

Le accuse agli ultras: reati contro l’ordine pubblico

Gli indagati sono accusati, a vario titolo, di associazione per delinquere finalizzata alla commissione di diversi reati contro l’ordine pubblico, la persona e il patrimonio, commessi in occasione di manifestazioni sportive e spaccio di stupefacenti.

Le indagini, condotte dalla Digos e dalla Direzione Centrale della Polizia Criminale e coordinate dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Cagliari – Direzione Distrettuale Antiterrorismo, riguardano una lunga serie di fatti criminosi commessi tra l’autunno del 2018 e l’ultima stagione calcistica, riporta Ansa.

Le indagini sono state portate avanti anche dalla Direzione Centrale della Polizia di Prevenzione (DCPP/UCIGOS) e si riferiscono a vari episodi di danneggiamenti e risse in pieno centro a Cagliari, tra le quali gli scontri con i tifosi del Napoli e della Lazio nello scorso campionato di serie A.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.