Due 15enni in coma etilico a Genova. Decine di feriti per i botti di Capodanno

Botti di Capodanno: nove feriti tra Napoli e provincia. Grave un giovane in provincia di Ascoli Piceno, rischia di perdere le mani

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:55

Nessun incidente mortale causato dall’uso di prodotti pirotecnici nella notte di Capodanno. A rivelarlo sono i dati del Dipartimento della Pubblica Sicurezza, che registrano invece 14 feriti con prognosi superiore ai 40 giorni. E’ significativo, invece, l’aumento del ferimento di minori: 20 a fronte degli 8 dello scorso anno.

Il dato complessivo relativo ai feriti, che si è assestato a 124 (di cui 31 ricoverati) scrive TgCom24 evidenzia un incremento rispetto al precedente anno, quando se n’erano registrati 79. Questo fine anno si sono registrati 10 ferimenti da colpi d’arma da fuoco, in diminuzione rispetto ai dati del 2021 (13).

Dal primo dicembre al primo gennaio sono stati sequestrati 586 lanciarazzi, 10 armi da sparo, 207 munizioni, 2,3 tonnellate di polvere da sparo, 32,5 tonnellate di prodotti pirotecnici, 3.348 detonatori e 45.175 capsule innescanti. Sanzionate 4 fabbriche di esplosivi, 7 depositi, 25 esercizi di vendita e 116 esercenti.

Due 15enni in coma etilico a Genova

Sono state una decina le persone finite al Pronto soccorso del Policlinico San Martino di Genova per ubriachezza: tra questi, due ragazzini di 15 anni sono stati ricoverati in coma etilico. Un uomo è stato portato in ospedale, dove è stato ricoverato e intubato, per assunzione di alcol e psicofarmaci. Lo riporta Anche che aggiunge il numero dei feriti: cinque: uno per un petardo, tre per traumi e due per un’aggressione.

Botti di Capodanno: nove feriti tra Napoli e provincia

Nonostante i divieti imposti in diversi comuni, è di nove feriti tra Napoli e provincia il bilancio della notte di Capodanno. Secondo la Questura, quattro feriti si sono verificati a Napoli e altrettanti in provincia. In città due persone sono state portate all’ospedale Cardarelli, una al Fatebenefratelli e una al Vecchio Pellegrini.

Qui ieri sera era giunto un cittadino srilankese di 40 anni ferito da un proiettile vagante al petto mentre stava fumando in strada. La più grave delle persone ricoverate si trova al Cardarelli: si tratta di una 53enne ferita agli occhi dall’esplosione dei fuochi. Per gli altri problemi soprattutto agli arti. In provincia di Napoli, due persone sono state ricoverate a Frattamaggiore e altre due a Giugliano. Lo riporta TgCom24.

A fuoco tenda a Salerno, incendio in palazzo

Danni sono stati provocati dall’esplosione di botti a Salerno. In particolare, in via Cassese ha preso fuoco una tenda all’ultimo piano di un palazzo, generando un incendio per fortuna senza conseguenze per le persone. In via Valerio Laspro, invece, l’esplosione di un petardo ha provocato il danneggiamento di cinque veicoli mentre in via Capone è stato danneggiato un portone.

Quattordici i feriti in tutta la Campania

E’ di quattordici feriti in totale il bilancio complessivo della notte di Capodanno in Campania. Dati in netta flessione rispetto a quelli degli anni scorsi. Nove feriti si registrano tra Napoli e provincia, quattro nel capoluogo e cinque nel resto dell’area napoletana. Tre le persone che sono state soccorse in ospedali del Salernitano. Un ferito ad Avellino ed uno a Caserta. Le conseguenze più gravi per un uomo di Carbonara di Nola, di 47 anni, che ha perso un occhio.

Marche: giovane gravemente ferito in provincia di Ascoli

Cambiando regione, un giovane è rimasto ferito dai petardi che, insieme ad alcuni amici, stava facendo esplodere nella piazza di Roccafluvione (Ascoli Piceno, nelle Marche) per festeggiare l’arrivo dell’anno nuovo. Il ragazzo ha riportato lesioni importanti ad entrambe le mani che vengono valutate dai sanitari del pronto soccorso dell’ospedale Mazzoni di Ascoli.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.