Bomba in una farmacia nel Foggiano: chi è la titolare

Una bomba è stata piazzata e fatta esplodere la scorsa notte davanti alla saracinesca della farmacia "Simone", in una zona centrale di Monte Sant'Angelo, nel Foggiano

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:48

Una bomba è stata piazzata e fatta esplodere la scorsa notte davanti alla saracinesca della farmacia “Simone”, in una zona centrale di Monte Sant’Angelo, nel Foggiano. Lo riporta, tra gli altri, Ansa.

La titolare della farmacia

La farmacia non è stata probabilmente un bersaglio casuale: è infatti di proprietà di Raffaella Simone, compagna del comandante della stazione carabinieri della città. La deflagrazione è stata udita da gran parte della popolazione. Ingenti i danni all’attività commerciale, stimati tra i 40 e i 50 mila euro. Sul posto hanno operato i carabinieri.

Non si esclude che possa trattarsi di una ritorsione o un atto intimidatorio per l’attività svolta del militare, compagno della titolare della farmacia. Sono in corso le indagini per cercare di risalire agli autori dell’attentato, anche attraverso la visione dei filmati delle telecamere di sicurezza.

La titolare: “Mai ricevuto intimidazioni”

“Non ho mai ricevuto alcun tipo di intimidazione. Assolutamente mai”, ha dichiarato Raffaella Simone, titolare dell’omonima farmacia. “Non è una bella esperienza però si supera” ha dichiarato la donna, compagna del comandante della stazione carabinieri di Monte Sant’Angelo. “Non me lo spiego – ha detto la farmacista – , vorrei capire cosa significa. Al momento non so darmi alcuna spiegazione”.

Il messaggio della titolare

“Ai signori che vanno dimostrando al mondo chi sono con questi gesti, mi sento di dire una sola cosa: non è mai troppo tardi per diventare uomini“. E’ quanto si legge sulla pagina Facebook della farmacia “Simone”, dove alcune persone, al momento rimaste sconosciute, la scorsa notte hanno piazzato e fatto esplodere una bomba. Il fatto è accaduto a Monte Sant’Angelo, nel Foggiano, Comune sciolto per mafia a luglio 2015. La farmacia vittima dell’attentato è di proprietà della compagna del comandante della stazione carabinieri del comune foggiano. “Stanotte qualcuno ha posizionato davanti alla serranda della nostra farmacia una bomba che deflagrando ha provocato ingenti danni” si legge nel post. La deflagrazione ha causato danni stimati in 50 mila euro.

Messaggi di supporto

Sull’accaduto è intervenuto anche lo Schieramento Civico “La Rinascita Possibile”, che condanna fermamente “questa azione criminale”, aggiungendo in una nota che “le forze dell’ordine sapranno assicurare alla giustizia i responsabili di questo vile atto delinquenziale”.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.