MERCOLEDÌ 23 OTTOBRE 2019, 002:36, IN TERRIS

MEDIO ORIENTE

Siria, intesa Putin-Erdogan: tregua prolungata

Altre 150 ore ai curdi per smobilitare ma le operazioni sarebbero già quasi ultimate

DM
Facebook Twitter Copia Link Invia Scrivici
Il vertice di Sochi fra Trump ed Erdogan
Il vertice di Sochi fra Trump ed Erdogan
S

i allunga di 150 ore la tregua concessa dalla Turchia ai curdi per lasciare la zona del Rojava, nel nord della Siria, e completare così l'evacuazione prevista come condizione necessaria al rallentamento delle operazioni militari turche. Ankara lo ha deciso al termine di un incontro avvenuto a Sochi fra il presidente Recep Tayyip Erdogan e il suo omologo russo Vladimi Putin, con il quale ha sottoscritto quello che lui stesso ha definito "un accordo storico", sulla cui base verranno orgnanizzati dei pattugliamenti entro una deicna di chilometri al di qua del confine siriano. Un'intesa che ha lasciato soddisfatto il leader del Cremlino: "Il presidente turco mi ha spiegato le ragioni dell'offensiva. Io sono convinto che i sentimenti separatisti nel Nord-Est della Siria, siano stati fomentati dall'esterno. La regione va liberata dalla presenza illegale straniera".


L'incontro

Un incontro durato sette ore quello fra i due leader, andato in scena mentre la smobilitazione curda dalla zona indicata è ormai in dirittura d'arrivo tanto che, secondo quanto riferito da alcune fonti locali, i comandanti delle Forze democratiche siriane avrebbero inoltrato un'apposita comunicazione al segretario di Stato americano, Mike Pompeo, con i dettagli sul progressivo arretramento delle loro forze. Un ritiro che, secondo Putin, dovrà costituire un richiamo alle principali forze in campo nella regione al fine di garantire una tutela nei confronti di possibili rigurgiti di gruppi jihadisti: "I terroristi non traggano forza dall'operazione turca - ha detto il presidente russo -. Questo accordo è di importanza fondamentale per il futuro della Siria".


La reazione

E, mentre anche Erdogan decanta il successo del bilaterale con Vladimir Putin, il presidente siriano Bashar al-Assad lancia il suo messaggio nei confronti del leader turco, etichettandolo come "ladro" che "ha rubato fabbriche, grano e petrolio e oggi ruba la terra". Assad che, dal canto suo, continua a ritenere cruciale la provincia di Idlib come mezzo per risolvere la guerra civile nel Paese. Anche per questo alcune ore fa si è recato in visita sul fronte di Hbeit, spiegando che "la battaglia di Idlib è la base per risolvere il caos e il terrorismo in tutte le altre aree della Siria".

Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 


Scrivi il tuo commento

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
UDIENZA PONTIFICIA

In preghiera per l'ecumenismo

Papa Francesco recita il Padre Nostro con i giovani sacerdoti e monaci delle Chiese ortodosse orientali
GIGANTI DELLA RETE

Web tax contro l'impunità fiscale

All’editoria mancano 3 miliardi. Da un convegno in Senato l'appello per portare la tassazione dei colossi di Internet...
GIORDANIA

Tragico incidente a Petra, muore turista italiano

La vittima, Alessandro Ghisoni, è stato ucciso dalla caduta accidentale di massi
Un migrante bengalese che vende selfie stick - Foto © Diego Cuopolo per IRIN
PALERMO

Violenza su bengalesi, arrestata banda di giovani

Aggressione con mazze da baseball. Ipotesi di raid punitivo a scopo razziale
SICUREZZA

Bonus seggiolini: via a contributo statale, ma il sito va in tilt

Il contributo statale dovrà essere speso entro un mese
EMERGENZA SANITARIA

Coronavirus, 38enne ricoverato grave a Lodi. Contagiati altri due

A fini cautelativi è stato chiuso il Pronto Soccorso di Codogno. L'assessore Gallera: "Lieve miglioramento, ma in...
Plurilinguismo

La lingua madre e la sfida del plurilinguismo

Nella Giornata internazionale a tema, il punto sui percorsi di integrazione linguistica nella scuola. Bax: "La scuola...

Uno stipendio per la maternità

Sono molte le donne straniere che in seguito ad abusi e violenze rimangono incinte e, purtroppo molto spesso scelgono...

Quello che la politica non dice sulle banche

E'la globalizzazione, bellezza! Intesa San Paolo ha lanciato un'Opa definita amichevole – in...
BELPAESE

Istat: Italiani più soddisfatti al Nord

Aumenta la soddisfazione generale degli Italiani. Più contenti i giovanissimi
La nave Diamond Princess attraccata al porto di Yokohama - Foto © Kim Kyung-Hoon per Reuters
EMERGENZA SANITARIA

Coronavirus, il rientro degli italiani slitta a domani

Negativi i primi test effettuati sulla nave. Migliorano le condizioni dei coniugi allo Spallanzani
GRAN BRETAGNA

Londra, muezzin accoltellato in una moschea: fermato l'aggressore

L'aggressione all'interno della moschea di Regent's Park
CATANIA

Caso Gregoretti: chiesta udienza preliminare per Salvini

L'atto è stato depositato dalla Procura di Catania alla presidenza del Gip
SFRUTTAMENTO LAVORATIVO

Approvato il primo piano nazionale contro il caporalato

Dieci le azioni prioritarie del piano, tra cui anche assistenza, protezione e reinserimento socio-lavorativo delle vittime
In primo piano, la cosiddetta
ITALIA

Scampia, inizia la demolizione della Vela: "Non siamo solo Gomorra"

Il plauso del sindaco di Napoli, Luigi De Magistris: "Una nuova periferia è possibile"
UDIENZA PONTIFICIA

"Etica ecologica contro l'egolatria"

Papa Francesco traccia le prospettive dell'educazione cattolica nel terzo millennio globalizzato