MARTEDÌ 07 AGOSTO 2018, 18:09, IN TERRIS


CAOS NEI CIELI

Nuovo sciopero Ryanair

A rischio cancellazione oltre cento voli, 3500 i passeggeri coinvolti.

REDAZIONE
Un aereo della compagnia irlandese
Un aereo della compagnia irlandese
N

uovo sciopero del personale Ryanair proclamato per venerdì 10 agosto. Continua lo stato di agitazione in cui sono entrati i dipendenti della compagnia irlandese dal luglio scorso con i due scioperi del 25 e del 26. Venerdì prossimo saranno i piloti di Belgio, Irlanda e Svezia ( a cui potrebbero aggiungersi anche quelli di Gran Bretagna, Germania ed Olanda) ad incrociare le braccia: prevista la cancellazione di oltre cento voli che riguarderà oltre 3500 passeggeri.


Le cause della protesta

Tra l'azienda e i piloti il clima si è fatto teso da quando è stato annunciato lo spostamento di un certo numero di voli dall'Irlanda alla Polonia. Decisione che potrebbe comportare la perdita di 300 posti di lavoro. E' stato infatti annunciato il taglio di trecento impieghi, le cui responsabilità sono state attribuite proprio al calo delle prenotazioni, addebitato dall'azienda proprio all'aumento delle agitazioni sindacali. Ryanair ha definito 'irresponsabile' ed 'ingiustificabile' la proclamazione dello sciopero, mentre i sindacati hanno accusato l'azienda di portare avanti una vera e propria 'campagna d'intimidazione' contro il personale. La sollevazione dei piloti, lanciata inizialmente dai sindacati svedesi e belgi, rischia di provocare una giornata di caos nei cieli di mezza Europa. Il 25 ed il 26 luglio scorso anche i piloti e gli assistenti di cabina italiani avevano aderito alla protesta provocando la cancellazione di 132 voli. 


Passeggeri avvertiti

In vista della protesta prevista per venerdì prossimo, la compagnia irlandese ha annunciato di aver già avvertito tramite sms ed email i propri clienti. Saranno destinati sul volo immediatamente disponibile nella stessa tratta o potranno ottenere un rimborso. La categoria aveva annunciato un agosto caldo anche per ottenere l'apertura di un dialogo reale con l'azienda che finora è stata accusata spesso di rimanere sorda alle istante di piloti ed assistenti di volo. I piloti olandesi, ad esempio, hanno detto che decideranno nelle prossime ore la loro posizione annunciando però di aver perso la speranza di poter avere un responso positivo nelle trattative con l'azienda. L'unione sindacale VNV ha dichiarato che Ryanair ha bisogno di una 'svegliata' e probabilmente 'l'unico modo' per provocarla - si legge nella nota diramata alla stampa - è proclamare 'lo sciopero.'

Spazio al lettore: per commentare questo articolo scrivi a direttore@interris.it

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
Italia-Finlandia 2-0. L'esultanza degli Azzurri dopo la rete di Barella
EURO 2020 | QUALIFICAZIONI

La giovane Italia parte forte: Barella-Kean, Finlandia k.o.

Gli Azzurri s'impongono 2-0 alla Dacia Arena. Qualcosa da sistemare ma la strada è giusta. Esordio per Zaniolo
La nave in difficoltà
NORVEGIA

Nave da crociera in avaria al largo della costa

In corso l'evacuazione dei 1.300 passeggeri. Non ci sono i feriti
Ousseynou Sy
TERRORE BUS MILANO

Gip: "Sy deve restare in carcere"

Confermati anche gli altri reati di sequestro di persona, resistenza e incendio
REGNO UNITO

Londra invasa dai "No Brexit"

Gli organizzatori: "Siamo più di un milione". La petizione online segna un nuovo record
L'incontro in moschea
STRAGE IN NUOVA ZELANDA

Cristiani e musulmani insieme in moschea

L'incontro è avvenuto nel centro di preghiera islamico di via Ranzani a Bologna
File nei Caf per chiedere il Reddito di cittadinanza
CAF

Reddito di cittadinanza, già 500mila domande

Gli Under 30, i "Millennials", rappresentano il 6,8% del totale, gli stranieri il 9,5%