MARTEDÌ 10 SETTEMBRE 2019, 11:19, IN TERRIS


CENTRO AMERICA

In Guatemala, stato di guerra contro il narcotraffico

Cinque le province sotto restrizione. Morales: "La gente ci aiuti"

MARCO GRIECO
Facebook Twitter Copia Link Invia Scrivici
Il presidente del Guatemala, Jimmy Morales - Foto © Orlando Sierra per AFP
Il presidente del Guatemala, Jimmy Morales - Foto © Orlando Sierra per AFP
E

voca la legge marziale, ma per il presidente del Guatemala, Jimmy Morales, lo stadio d'assedio imposto in cinque dipartimenti del Paese è l'unica soluzione per fermare l'emorragia di omicidi che ha coinvolto alcuni agenti militari. A riferirlo è il quotidiano guatemalteco El Periódico, che riporta l'esito positivo della votazione del Parlamento di Città del Guatemala, con 88 voti a favore su un totale di 160. 


Il lato oscuro del narcotraffico

Mai la lotta al narcotraffico è stata così dura nel Paese. Lo stadio d'assedio prevede la disposizione di contingenti militari nelle provincie di Izabal, Alta Verapaz, Baja Verapaz, Zacapa e El Progreso e durerà 30 giorni. Nelle aree "sensibili", il traffico illegale di droga ha assunto negli anni contorni sempre più drammatici e lo stato di emergenza che, di fatto, la disposizione parlamentare mette in atto è l'ultima carta del governo Morales che fermare la criminalità. Non è, infatti, bastato l'utilizzo di truppe dell'esercito nell'area: i tre militari facenti parte delle Forze armate sono stati, infatti, uccisi mentre erano sulle tracce di un volo illegale diretto verso le coste occidentali del Paese. Il traffico aereo come strumento nelle mani dei trafficanti è, difatti, l'aspetto più manifesto di una criminalità capillare. Lo stesso presidente Morales ha infatti denunciato la "asimmetria" fra la società e lo spaccio di droga, che spesso avviene con la connivenza di tanti civili. Come documenta l'organizzazione internazionale The International Crisis Groupspesso nel narcotraffico vengono coinvolti anche bambini, ritenuti meno sospetti dall'autorità: "Forse ora si può capire la necessità di dotare il nostro esercito di attrezzature per proteggere il nostro spazio aereo, le nostre acque territoriali e il nostro territorio continentale" ha detto Morales, chiedendo "a tutte le istituzioni, alla stessa popolazione che cooperino e collaborino con le attività delle nostre forze di sicurezza".


La conferenza stampa del presidente del Guatemala, Jimmy Morales - Video © EuroNews

Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 


Scrivi il tuo commento


Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
Vacanze
FERIE

In vacanza a settembre 3 italiani su 10

Come cambiano i flussi turistici: giovedì a Roma un convegno sulle prospettive di un settore-chiave (5% del pil)
Test dell'Hiv
MESSINA

Nasconde l'Hiv e contagia 4 donne

Una di loro, l'ex compagna da cui aveva anche avuto un figlio, è poi morta
SANITÀ

Muore per una semplice trasfusione

Secondo le prime indagini, alla base uno scambio d'identità
La certificazione del record (foto Ansa)
RECORD

Il profiterole da Guinness è Made in Italy

Per realizzare la torta i pasticcieri di Latina hanno usato novemila bigné. Il primato precedente era svizzero
Il Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte
GOVERNO

Conte II, giurano i sottosegretari

La cerimonia si è tenuta a Palazzo Chigi
Norcia, terremoto del 2016
TERREMOTO

Scossa 3.0 in Umbria

Quattro eventi nel giro di 20 minuti con epicentro a Norcia
PENSIONE

Riscatto laurea: si studia sconto anche per lavoratori pre-1996

La norma attuale prevede agevolazioni per chi versa i contributi da dopo il 1996. Nel 2019 già 32mila domande
Willy il Coyote e Bee-Beep - Foto © Looney Tunes
TELEVISIONE

Buon compleanno Willy il Coyote, 70 anni senza arrendersi

Il 16 settembre 1949 nasceva dalla penna di Chuck Jones il cartone animato-simbolo della ricerca della felicità