MARTEDÌ 11 GIUGNO 2019, 16:25, IN TERRIS


COREA DEL NORD

"Ecco perché Kim fece uccidere il fratellastro"

Secondo una fonte del Wsj Kim Jong-nam era un informatore della Cia

L.L.M
Facebook Twitter Copia Link Invia Scrivici
Kim Jong-nam
Kim Jong-nam
K

im Jong-nam, il fratellastro del leader nordcoreano Kim Jong-un ucciso in Malesia nel 2017, era un probabilmente un informatore della Cia. Lo scrive il Wall Street Journal citando una fonte anonima, definita "persona informata dei fatti". 


Il personaggio

Il fratello del dittatore, riporta ancora il quotidiano, durante il soggiorno in Malesia si sarebbe incontrato con un suo contatto all'interno dell'intelligence Usa, anche se non era probabilmente quello l'unico motivo del viaggio nel Paese del sudest asiatico. Kim Jong-nam, che secondo le intenzioni del padre - l'ex leader supremo Kim Jong-il - avrebbe dovuto prendere il suo posto, tuttavia era da tempo caduto in disgrazia e costretto all'esilio. Tanto che, ha spiegato ancora la fonte, "secondo diversi ex funzionari Usa era improbabile che una persona costretta a vivere lontana dalla Corea del Nord e fuori dai giochi di potere a Pyongyang potesse essere in grado di fornire informazioni sui meccanismi interni al regime". E tuttavia egli risultava in contatto con gli apparati di sicurezza di diversi Paesi, Cina compresa. 


Il libro 

Il contenuto dell'articolo del Wsj sembra confermare quanto sostenuto da Anna Fifield - caporedattrice da Pechino del Washington Post - nel libro  "Il Grande successore". "Kim Jong-nam - scrive la giornalista - divenne un informatore della Cia, nonostante il fratellastro considerasse il parlare con gli americani un atto di tradimento... Jong-nam fornì loro informazioni, incontrandoli a Singapore o in Malesia". Il volume racconta e che, durante l'ultima spedizione in Malesia, le telecamere di sicurezza lo immortalarono insieme a un uomo dai tratti asiatici poi identificato come un'agente della Cia. Non solo, nella zaino i Jong-nam furono trovati 120mila dollari in contanti, forse il compenso per informazioni fornite. Della sua morte sono state accusate due donne, che si sarebbero spalmate sul volto il Vx, un'arma chimica vietata. Usa e Corea del Sud hanno sostenuto che l'omicidio sarebbe stato ordinato da Kim Jong-un per le critiche di Jong-nam al potere esercitato in modo dinastico nel suo Paese. Pyongyang ha però sempre negato. 

 

Spazio al lettore: per commentare questo articolo scrivi a direttore@interris.it

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
La nave Ocean Viking
MIGRANTI

Intesa raggiunta: Ocean Viking attracca a Malta

Il premier maltese ne dà l'annuncio via Twitter: i 356 naufraghi saranno redistribuiti in altri 6 Paesi
Pupi Avati
CINEMA

Ecco “Il signor diavolo” di Pupi Avati

Il regista cattolico trasforma in film il suo libro sulla presenza del male
 Alexei Navalny
RUSSIA

Mosca: rilasciato il dissidente Alexei Navalny

Era stato arrestato sotto casa lo scorso 24 luglio
Il viadotto crollato
ANCONA

Crollo cavalcavia A14: Procura, 22 a processo

Richiesta per 18 persone e 4 società; l'udienza preliminare si terrà il 9 dicembre
Sacedote esorcista
MEETING RIMINI

Esorcisti: “Esistenza reale del diavolo è verità di fede”

"La Chiesa mette in guardia da coloro che lo ritengono solo un simbolo"
Donald Trump

La Groenlandia, gli europei e gli americani

Donald Trump non si recherà più in visita di Stato nel regno di Danimarca. Infatti il Tycoon presidente,...